ORARI: Domenica e Lunedì CHIUSO - da Martedì a Venerdì 10:30–12:00 / 15:00–18:00 - Sabato 09:30–12:00 info@misterkit.com

Spedizioni GRATIS in Italia

Per saperne di più →

Paga in 3 rate con PayPal

Per informazioni →
B-26B Marauder 1/48 - ICM 48322
SKU ICM-48322
Marca: ICM
Scala: 1/48
Nazione: Stati Uniti d'America
Periodo: WWII
Tipologia: Aerei
Categoria: Kit

Kit aereo B-26B Marauder con piloti USAAF e personale di terra D-Day 80 in scala 1/48 - Modello ICM. Il D-Day 80 B-26B Marauder è un riferimento a una commemorazione del famoso bombardiere medio americano Martin B-26 Marauder, specificamente una variante B-26B, nell'ambito del 80º anniversario del D-Day, lo sbarco in Normandia avvenuto il 6 giugno 1944 durante la Seconda Guerra Mondiale. Caratteristiche del Martin B-26 Marauder Design e Costruzione: Produttore: Martin Aircraft Corporation. Tipo di Velivolo: Bombardiere medio bimotore. Periodo di Produzione: 1941-1945. Specifiche Tecniche del B-26B Marauder: Motori: Due motori radiali Pratt & Whitney R-2800-5 Double Wasp, ciascuno con una potenza di 1.850 cavalli. Apertura Alare: 21,6 metri. Lunghezza: 17,8 metri. Velocità Massima: Circa 460 km/h. Autonomia: Circa 1.850 km. Armamento: Fino a 3.000 kg di bombe; armato con mitragliatrici calibro .50 in varie postazioni per la difesa. Ruolo e Impiego durante la Seconda Guerra Mondiale: Operazioni: Utilizzato principalmente per missioni di bombardamento tattico e strategico contro obiettivi in Europa e nel teatro del Pacifico. D-Day (6 giugno 1944): Il B-26 Marauder ha giocato un ruolo significativo nelle operazioni del D-Day, fornendo supporto aereo ai soldati alleati durante l'invasione della Normandia, bombardando posizioni tedesche, linee di comunicazione e difese costiere. Commemorazione del 80º Anniversario del D-Day D-Day 80: Significato: Il 80º anniversario del D-Day è una commemorazione delle operazioni alleate di sbarco in Normandia, un evento cruciale che ha contribuito alla liberazione dell'Europa dall'occupazione nazista. Eventi: Celebrazioni, rievocazioni storiche, esibizioni aeree e altre attività per onorare i veterani e ricordare il sacrificio e il coraggio delle forze alleate. B-26B Marauder nella Commemorazione: Rievocazioni Storiche: Il B-26B Marauder è spesso presente in manifestazioni aeree e rievocazioni per rappresentare il contributo dell'aviazione alleata durante la Seconda Guerra Mondiale. Esibizioni: Spesso, esemplari restaurati del B-26 Marauder partecipano a voli commemorativi e sono esposti in musei aeronautici per educare il pubblico sulla storia e l'importanza di questi bombardieri. Importanza Storica del B-26 Marauder Contributo Militare: Efficienza: Il B-26 Marauder è stato uno dei bombardieri medi più efficienti degli Alleati, con una delle più basse percentuali di perdite per missione. Innovazione: Il design del B-26 ha introdotto molte innovazioni, tra cui un carrello di atterraggio triciclo e una struttura aerodinamica avanzata per l'epoca. Eredità: Riconoscimento Storico: Il B-26 è ricordato per il suo ruolo cruciale in molte operazioni aeree durante la guerra, inclusi i raid preparatori al D-Day e il supporto diretto durante l'invasione. Memoria e Educazione: Le commemorazioni come il D-Day 80 aiutano a mantenere viva la memoria dei sacrifici fatti durante la guerra e l'importanza di tali velivoli nel successo delle operazioni militari. Conclusione Il D-Day 80 B-26B Marauder rappresenta la commemorazione dell'80º anniversario dello sbarco in Normandia, con particolare attenzione al contributo del bombardiere medio Martin B-26 Marauder. Questo velivolo ha avuto un ruolo significativo durante la Seconda Guerra Mondiale, in particolare durante le operazioni del D-Day, ed è ricordato e onorato in eventi storici e commemorativi per il suo impatto sulla guerra e il suo contributo alla vittoria alleata.  

 
104,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
Stencil per aerografo per spruzzare dettagli fini - 77PROPELLER PRP009
SKU 77PRP009
Marca: 77PROPELLER
Categoria: Accessori

Stencil per aerografo 90 MM X 60 MM “TEXTURE Legno” per spruzzare dettagli fini – scala 1/32 - 1/35 Gli stencil per aerografo sono progettati per essere utilizzati con la pistola aerografo, consentendo di riprodurre con la tecnica dell'aerografo le aree più utilizzate e sbiadite. Grazie a questo stencil è anche possibile spruzzare il modello con vari effetti di usura, posizionandolo nel punto desiderato e spruzzando il colore con la pistola aerografo dopo averlo applicato. Gli stencil per aerografo sono realizzati per spruzzare piccoli dettagli o particolari pezzi dei modelli. Gli stencil per aerografo sono realizzati in plastica di qualità e sono flessibili, quindi puoi ottenere effetti usurati anche su aree con accesso difficile. Gli stencil in plastica hanno una superficie liscia, quindi non danneggiano alcun modello o la sua superficie quando ci lavori. La pulizia dello stencil è molto semplice e semplice, grazie al detergente. Pulizia Mr. TOOL CLEANER Materiale – PP/PVC Dimensioni 9 x 6 cm

 
12,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
StuH 42 & StuG III Ausf. G 1/35 - TAKOM 8017
SKU TKM-8017
Marca: TAKOM MODEL
Scala: 1/35
Nazione: Germania
Periodo: WWII
Tipologia: Veicoli Militari
Categoria: Kit

Kit StuH 42 & StuG III Ausf. G Mid Production 2 in 1 in scala 1/35 - Modello Takom. Il StuH 42 (Sturmhaubitze 42) e il StuG III Ausf. G sono due varianti di cannoni d'assalto tedeschi utilizzati durante la Seconda Guerra Mondiale. Entrambi derivano dallo stesso telaio e sono stati prodotti in numerose varianti, tra cui la versione di produzione media (mid production) del StuG III Ausf. G. StuH 42 (Sturmhaubitze 42) Progettazione e Costruzione: Origini: Sviluppato a partire dal 1942 come risposta alla necessità di un veicolo d'assalto con capacità di supporto di fuoco indiretto. Scopo: Progettato per fornire supporto di artiglieria mobile alle truppe di fanteria. Design e Configurazione: Struttura: Basato sul telaio del Panzer III, come il resto della famiglia StuG. Armamento: Equipaggiato con un obice StuH 40 da 105 mm (10,5 cm), capace di sparare proiettili ad alto esplosivo (HE) per supporto di fanteria. Corazzatura: Corazzatura frontale di circa 80 mm, con spessori variabili sui lati e sul retro per bilanciare protezione e mobilità. Ruolo Operativo: Supporto di Fanteria: Usato principalmente per il supporto della fanteria, fornendo fuoco di artiglieria mobile per eliminare postazioni nemiche, fortificazioni e fanteria nemica. Versatilità: Capacità di ingaggiare bersagli sia diretti che indiretti, rendendolo versatile nel campo di battaglia. StuG III Ausf. G Mid Production Progettazione e Costruzione: Origini: Il StuG III Ausf. G è l'ultima e più numerosa variante della serie StuG III, prodotta a partire dalla fine del 1942. Evoluzione: La versione mid production (produzione media) del Ausf. G presenta miglioramenti rispetto ai modelli precedenti in termini di protezione e armamento. Design e Configurazione: Struttura: Telaio del Panzer III, ma con modifiche per ottimizzare l'armamento e la protezione. Armamento: Dotato di un cannone StuK 40 L/48 da 75 mm, capace di ingaggiare carri armati nemici e bersagli corazzati con proiettili perforanti. Corazzatura: Spessa corazzatura frontale, spesso migliorata con l'aggiunta di "Schürzen" (gonne corazzate) per proteggere i fianchi contro i proiettili anticarro a carica cava. Versioni Mid Production: Includeva aggiornamenti come il miglioramento delle cupole del comandante e l'incremento della protezione balistica. Ruolo Operativo: Cacciacarri: Progettato per ingaggiare e distruggere carri armati nemici, grazie al potente cannone da 75 mm. Supporto di Fanteria: Utilizzato anche per il supporto della fanteria, grazie alla capacità di colpire fortificazioni e postazioni nemiche. Versatilità: La combinazione di potenza di fuoco e protezione lo rendeva uno dei veicoli d'assalto più efficaci della Wehrmacht. Conclusione Il StuH 42 e il StuG III Ausf. G Mid Production rappresentano due delle varianti più significative dei cannoni d'assalto tedeschi della Seconda Guerra Mondiale. Mentre lo StuH 42 era specializzato nel supporto di artiglieria mobile per la fanteria, il StuG III Ausf. G era un veicolo versatile capace di fungere sia da cacciacarri che da veicolo di supporto di fanteria. Entrambi i veicoli, costruiti sul telaio del Panzer III, hanno giocato ruoli cruciali nelle operazioni tedesche durante il conflitto, dimostrando l'efficacia dei veicoli d'assalto nelle strategie di guerra mobile della Wehrmacht.  

 
38,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
P-51B Mustang Birdcage Canopy 1/48 - EDUARD 82107 -17%
SKU EDU-082107
Marca: EDUARD
Scala: 1/48
Nazione: Stati Uniti d'America
Periodo: WWII
Tipologia: Aerei
Categoria: Kit

PRE-ORDER Kit aereo da caccia statunitense P-51B Mustang in scala 1/48. (Uscita prevista del kit fine Luglio 2024)Consente di costruire l'aereo con la calotta standard Birdcage in una delle sei marcature USAAF.parti in plastica: Eduardopzioni di marcatura: 6decalcomanie: EduardParti in PE: sì, preverniciatemaschera di pittura: sìparti in resina: noInclude decalcomanie per i seguenti aerei:P-51B-10-NA, s/n 42-106730, VF*P, “Reegies Reply”, Capitano John T. Godfrey, 336th FS, 4th FG, 8th AF, Debden, Gran Bretagna, aprile 1944P-51B-5-NA, s/n 43-6787, G4*Q, “Shanty Irish”, Capitano Gil O'Brien, 362nd FS, 357th FG, 8th AF, Leiston, Gran Bretagna, giugno 1944P-51B-5-NA, s/n 43-6461, CS*Q, “Hot Pants”, Tenente Richard Rabb, 370th FS, 359th FG, 8th AF, East Waltham, Gran Bretagna, luglio 1944P-51B-10-NA, s/n 42-106501, CM*M, “Betty Jane”, Col. Charles McCorckle, 31st FG, 15th AF, San Severo, Italia, luglio 1944P-51B-15, s/n 43-24857, 90, “Dorothy II”, Capitano Robert M. Barkey, 318th FS, 325th FG, 15th FS, Lesina, Italia, giugno 1944P-51B-1, s/n 43-12405, 76° FS, 23° FG, Col. DL “Tex” Hill, Cina, 1944

 
42,00 € 34,86

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
Messerschmitt Me-109E-4 - 1/32 - EDUARD 3003 -17%
SKU EDU-03003
Marca: EDUARD
Scala: 1/32
Nazione: Germania
Periodo: WWII
Tipologia: Aerei
Categoria: Kit

PRE-ORDER Kit aereo da caccia tedesco della Seconda Guerra Mondiale Bf 109E-4 in scala 1/32 - Modello Eduard Profipack. (Uscita prevista del kit fine Luglio 2024) Il Messerschmitt Bf 109E-4 è una variante del celebre caccia tedesco Bf 109, utilizzato ampiamente durante la Seconda Guerra Mondiale. Questa versione, conosciuta anche come "Emil," è particolarmente nota per il suo ruolo nella Battaglia d'Inghilterra. Caratteristiche Principali del Messerschmitt Bf 109E-4 Progettazione e Costruzione: Origini: Progettato da Willy Messerschmitt negli anni '30, il Bf 109 è diventato uno dei caccia più prodotti e utilizzati della Luftwaffe. Introduzione: La variante E-4 è stata introdotta nel 1940, con miglioramenti rispetto alle versioni precedenti. Design e Configurazione: Struttura: Monoplano ad ala bassa, con una fusoliera stretta e aerodinamica. Materiali: Costruito principalmente in metallo, con alcune parti in legno e tela. Motorizzazione: Motore: Equipaggiato con un motore Daimler-Benz DB 601Aa a iniezione diretta, capace di erogare circa 1.175 cavalli (875 kW). Prestazioni: Raggiunge una velocità massima di circa 570 km/h e ha un'autonomia operativa di circa 660 km. Armamento: Cannoni: Due cannoni MG FF/M da 20 mm montati nelle ali, in grado di sparare proiettili esplosivi ad alta velocità. Mitragliatrici: Due mitragliatrici MG 17 da 7,92 mm montate sul cofano del motore, sincronizzate per sparare attraverso l'elica. Bombardamento: Alcuni modelli potevano trasportare una piccola bomba sotto la fusoliera per missioni di attacco al suolo. Ruolo Operativo Contesto Storico: Battaglia d'Inghilterra: La versione E-4 ha giocato un ruolo cruciale durante la Battaglia d'Inghilterra nel 1940, dove ha combattuto contro i caccia della Royal Air Force (RAF). Teatri di Guerra: Utilizzato su vari fronti, tra cui il fronte occidentale e orientale, e nel Mediterraneo. Ruolo Operativo: Caccia di Superiorità Aerea: Progettato principalmente per ottenere e mantenere la superiorità aerea. Intercettazione: Utilizzato per intercettare e abbattere bombardieri nemici. Attacco al Suolo: Alcune varianti E-4 erano configurate per missioni di attacco al suolo, bombardando obiettivi terrestri nemici. Prestazioni e Affidabilità Manovrabilità: Conosciuto per la sua eccellente manovrabilità e capacità di combattimento aereo. Affidabilità: Sebbene fosse robusto e potente, il Bf 109E-4 aveva una visibilità limitata dalla cabina di pilotaggio e un carrello di atterraggio stretto che poteva causare problemi durante il decollo e l'atterraggio. Comparazione: Confrontato con i suoi contemporanei, come il Supermarine Spitfire e l'Hawker Hurricane, il Bf 109E-4 era altamente competitivo e spesso superiore in termini di velocità e potenza di fuoco. Conclusione Il Messerschmitt Bf 109E-4 è stato uno dei caccia più iconici e influenti della Seconda Guerra Mondiale. Con il suo potente armamento, motore avanzato e design aerodinamico, ha dominato i cieli durante le fasi cruciali della guerra. La sua versatilità e capacità di operare in vari ruoli hanno fatto del Bf 109E-4 un elemento essenziale della Luftwaffe e un simbolo della superiorità aerea tedesca durante i primi anni del conflitto.  

 
54,00 € 44,82

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
ACES OF THE EIGHTH 1/72 - EDUARD 2147 -17%
SKU EDU-02147
Marca: EDUARD
Scala: 1/72
Nazione: Stati Uniti d'America
Periodo: WWII
Tipologia: Aerei
Categoria: Kit

PRE-ORDER Kit in edizione limitata del caccia statunitense della seconda guerra mondiale P-51D in scala 1/72. (Uscita prevista del kit fine Luglio 2024)La scatola contiene le marcature del blocco Mustang D-5 con o senza il gruppo pinna dorsale e per i blocchi di produzione successivi fino al D-25. Tutte le marcature sono delle unità dell'8a Air Force. Il kit in plastica include parti per due modelli in scala.Con questo kit puoi costruire un modello del P-51 versione D-5 e un modello della versione D-10 o superiore.parti in plastica: Eduardopzioni di marcatura: 12decalcomanie: EduardParti in PE: sì, preverniciatemaschera di pittura: sìparti in resina: noInclude decalcomanie per i seguenti aerei:P-51D-5, s/n 44-13321, HO*, “CRIPES A´MIGHTY 3rd”, Maggiore George E. Preddy Jr., 487th FS, 352nd FG, Bodney, Gran Bretagna, luglio 1944P-51D10, s/n 44-14221, WD*A, “RIDGE RUNNER”, Maggiore Pierce W. McKennon, 335th FS, 4th FG, Debden, Gran Bretagna, aprile 1945P-51D-10, 44-14733, CS*L, “Daddy´s Girl”, Capitano RS Wetmore, 370th FS, 359th FG, Gran Bretagna, marzo 1944  P-51D-20, 44-72218, WZ*I, “Big Beautiful Doll”, Tenente Colonnello John D. Landers, CO del 78° FG, Duxford, Gran Bretagna, marzo 1945P-51D-5, 44-13316, G4*C, “Nooky Booky II”, Leonard K. Carson, 362nd FS, 357th FG, Leiston, Suffolk, Gran Bretagna, giugno 1944P-51D-?, 44-15152, QI*T, “Jersey Jerk”, Maggiore Donald Strait, 361° FS, 365° FG, Gran BretagnaP-51D-10, 44-14223, CL*M, “KATYDID”, Tenente Colonnello Elwyn G. Righetti, CO del 55° FG, Wormingford, Gran Bretagna, dicembre 1944 – marzo 1945  P-51D-10, 44-14164, E2*D, “Detroit Miss”, Tenente UL Drew, 375° FS, 361° FG, Little Walden, Gran Bretagna, settembre - ottobre 1944P-51D-5, 44-13761, MC*I, “Happy Jack´s Go Buggy”, Capitano Jack M. Ilfrey, 79° FS, 20° FG, Kings Cliffe, Northamptonshire, Gran Bretagna, autunno 1944P-51D-10, 44-14733, 5Q*E, “Mary Beth”, Capitano Kirke B. Everson, 504th FS, 339th FG, Fowlmere, Gran Bretagna, aprile 1945  P-51D-?, 44-13677, OS*X, “Miss Steve”, Tenente William G. Cullerton, 357° FS, 355° FG, Steeple Morden, Gran Bretagna, 1944 P-51D-25, 44-63684, Col. Glenn E. Duncan, 350° FS, 353° FG, luglio 1944

 
42,00 € 34,86

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
US NAVY Wheel Chocks 1/48 - GLORIA MODEL GR48201
SKU GR48201
Marca: GLORIA MODEL
Scala: 1/48
Nazione: Stati Uniti d'America
Periodo: Moderni
Tipologia: Aerei
Categoria: Dettagli

 Blocco per ruote US NAVY NWC-4/5 (4 paia) in scala 1/48 - Set di dettagli Gloria Model.

 
18,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
Messerschmitt Me-109G-6 Erla 1/48 - EDUARD 84201
SKU EDU-084201
Marca: EDUARD
Scala: 1/48
Nazione: Germania
Periodo: WWII
Tipologia: Aerei
Categoria: Kit

Kit aereo da caccia tedesco della seconda guerra mondiale Bf 109G-6 versione Weekend Edition in scala 1/48 - Modello Eduard. I veri Messerschmitt presentati in questo kit sono stati tutti costruiti nella fabbrica Erla Leizig. parti in plastica: Eduard opzioni di marcatura: 4 decalcomanie: Eduard Parti in PE: no maschera di pittura: no parti in resina: no Il Messerschmitt Bf 109G-6 Erla è una variante del famoso caccia tedesco Messerschmitt Bf 109, utilizzato durante la Seconda Guerra Mondiale. Il Bf 109G-6, soprannominato "Gustav", è noto per le sue numerose sottovarianti e modifiche, una delle quali è il modello "Erla", che si distingue per alcuni miglioramenti specifici nella costruzione e nel design. Caratteristiche Principali del Messerschmitt Bf 109G-6 Erla Progettazione e Costruzione: Origini: Il Bf 109G-6 fu introdotto nel 1943 come parte della serie G (Gustav) del Bf 109, con miglioramenti rispetto alle precedenti versioni. Costruttore: Messerschmitt AG, con alcune varianti costruite da altri subappaltatori, tra cui la Erla Maschinenwerk, da cui deriva il nome "Erla". Design e Configurazione: Configurazione: Monoplano ad ala bassa con carrello di atterraggio retrattile. Struttura: Costruzione in metallo, con alcune componenti in legno e materiali compositi nelle versioni più avanzate. Fusoliera e Cabina: La variante Erla si distingue per una fusoliera leggermente modificata e una cabina migliorata per una migliore visibilità e comfort del pilota. Motorizzazione: Motore: Equipaggiato con un motore Daimler-Benz DB 605A, un V-12 raffreddato a liquido in grado di sviluppare circa 1.475 cavalli (1.100 kW). Prestazioni: Velocità massima di circa 640 km/h (398 mph) a 7.000 metri (22.966 piedi), autonomia di circa 850 km (528 miglia), e tangenza massima di 12.000 metri (39.370 piedi). Armamento: Armamento Primario: Dotato di un cannone MG 151/20 da 20 mm montato attraverso il mozzo dell'elica e due mitragliatrici MG 131 da 13 mm montate sul cofano motore. Opzioni di Carico: Capacità di trasportare bombe, razzi o serbatoi supplementari di carburante per estendere l'autonomia operativa. Utilizzo Operativo Contesto Storico: Introduzione: Il Bf 109G-6 fu introdotto nel 1943 e rimase in servizio fino alla fine della guerra nel 1945. Produzione: Il G-6 fu una delle varianti più prodotte del Bf 109, con migliaia di esemplari costruiti. Ruolo Operativo: Caccia Intercettore: Utilizzato principalmente come intercettore per contrastare i bombardieri alleati. Supporto Tattico: Impiegato anche in missioni di supporto tattico e attacco al suolo. Prestazioni e Affidabilità: Prestazioni di Volo: Conosciuto per la sua buona manovrabilità e velocità, il G-6 era temuto dai piloti alleati. Affidabilità: La variante Erla introdusse alcune migliorie nella costruzione e nella manutenzione, aumentando l'affidabilità complessiva dell'aereo. Paesi Utilizzatori: Germania: Principalmente utilizzato dalla Luftwaffe. Altri Paesi: Alcuni esemplari furono utilizzati da paesi alleati della Germania, come l'Ungheria, la Romania e la Finlandia. Distinzione della Variante Erla La versione Erla del Bf 109G-6 si distingue per: Canopy "Erla Haube": Una delle caratteristiche più visibili è l'adozione di una cabina con un tettuccio a bolle ("Erla Haube"), che offriva una migliore visibilità al pilota rispetto ai tettucci tradizionali. Produzione e Modifiche: Costruito presso lo stabilimento Erla Maschinenwerk, che introdusse alcune modifiche specifiche nella produzione per migliorare l'efficienza e le prestazioni dell'aereo. Conclusione Il Messerschmitt Bf 109G-6 Erla rappresenta una delle numerose varianti del Bf 109, un caccia iconico della Luftwaffe. Con le sue modifiche specifiche, inclusa la cabina migliorata, il G-6 Erla combinava prestazioni eccellenti, manovrabilità e affidabilità, rendendolo un formidabile avversario nei cieli europei durante la Seconda Guerra Mondiale.    

 
26,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
Reggiane RE 2001 - RE 2005 - MMP BOOKS 8126
SKU MUSH-8126
Marca: MMPBOOKS
Nazione: Italia
Periodo: WWII
Tipologia: Aerei
Categoria: Libri

Libro MMP BOOKS Yellow Series - Reggiane RE 2001, RE 2005 e oltre.Viene descritto e illustrato lo sviluppo dei famosi caccia italiani della seconda guerra mondiale della fabbrica Reggiane, con motori in linea. Vengono descritti RE 2001 e RE 2005, oltre ai prototipi e al progetto sviluppati.Prestò servizio con la Regia Aeronautica e altre forze, tra cui la Luftwaffe. Questo libro descrive la progettazione, lo sviluppo e le operazioni di questo elegante ed efficace caccia. Questo libro contiene: piani in scala, foto e disegni da Manuali tecnici, superbe illustrazioni a colori di mimetizzazione e marcature e rare fotografie d'archivio in bianco e nero. Le foto a colori dell'aereo conservato illustrano tutti gli aspetti della cellula.Una lettura essenziale per gli appassionati di aviazione e di aeromodellismo in scala.

 
36,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
Gloster Gladiator Mk.I/II 1/72 - AIRFIX A02052B
SKU AX02052B
Marca: AIRFIX
Scala: 1/72
Nazione: Regno Unito
Periodo: WWII
Tipologia: Aerei
Categoria: Kit

Kit aereo da caccia Gloster Gladiator Mk.I/II in scala 1/72 - Modello Airfix.   Il Gloster Gladiator è un biplano da caccia britannico progettato e prodotto dalla Gloster Aircraft Company negli anni '30. Fu uno degli ultimi biplani da caccia utilizzati dalla Royal Air Force (RAF) e il primo aereo britannico con cabina di pilotaggio chiusa e carrello di atterraggio retrattile. Ecco una panoramica dei modelli principali: Gloster Gladiator Mk.I Introduzione: Il Gladiator Mk.I entrò in servizio nel 1937. Motore: Bristol Mercury IX radiale a 9 cilindri. Velocità: Circa 414 km/h. Armamento: Quattro mitragliatrici Vickers calibro .303 in ali (due per ala). Ruolo: Utilizzato principalmente come caccia per difesa territoriale e missioni di scorta. Gloster Gladiator Mk.II Introduzione: Il Gladiator Mk.II entrò in servizio poco dopo il Mk.I, con alcune modifiche per migliorarne le prestazioni. Motore: Bristol Mercury VIIIA radiale, una versione più potente del motore utilizzato nel Mk.I. Velocità: Simile al Mk.I, con alcune piccole variazioni in base alle condizioni operative. Armamento: Quattro mitragliatrici Browning calibro .303, con miglioramenti nella disposizione delle armi e nell'accesso per la manutenzione. Ruolo: Continuò a svolgere missioni simili al Mk.I, con un'enfasi maggiore sul pattugliamento e la protezione di convogli navali durante i primi anni della Seconda Guerra Mondiale. Impiego Operativo In Guerra: Il Gloster Gladiator fu utilizzato in vari teatri operativi durante la Seconda Guerra Mondiale, tra cui la Battaglia di Norvegia, la Difesa di Malta, il Medio Oriente e il Nord Africa. Altri Paesi: Oltre alla RAF, il Gladiator fu utilizzato da numerose altre forze aeree, tra cui quelle di Belgio, Finlandia, Grecia, Norvegia, Svezia e Cina. Eredità Ultimo Biplano: Il Gladiator è spesso ricordato come l'ultimo biplano da caccia operativo della RAF, segnando la transizione dai biplani ai monoplanicaccia che divennero standard durante la Seconda Guerra Mondiale. Prestazioni: Nonostante fosse superato dai nuovi monoplanicaccia, il Gladiator fu apprezzato per la sua manovrabilità e robustezza. In sintesi, il Gloster Gladiator Mk.I/II rappresenta una fase cruciale nella storia dell'aviazione militare britannica, fungendo da ponte tra l'era dei biplani e quella dei monoplanicaccia ad alte prestazioni.  

 
16,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
U-Boot Biber Midget Submarine 1/35 - ITALERI 5609
SKU ITA-5609
Marca: ITALERI
Scala: 1/35
Nazione: Germania
Periodo: WWII
Tipologia: Submarine
Categoria: Kit

Kit U-Boot Biber Midget Submarine in scala 1/35 - Modello Italeri. Il U-Boot Biber è un sommergibile tascabile (o "midget submarine") tedesco utilizzato durante la Seconda Guerra Mondiale. Progettato e costruito per missioni speciali e attacchi contro le navi alleate, il Biber era parte della strategia della Kriegsmarine (la marina militare tedesca) per cercare di ribaltare le sorti del conflitto nel teatro marittimo. Caratteristiche Principali del Biber Progettazione e Costruzione: Origini: Il Biber fu sviluppato in risposta alla crescente necessità di armi più agili e versatili per attaccare le navi alleate in modo furtivo. Fu uno dei vari tipi di sommergibili tascabili prodotti dalla Germania durante la guerra. Dimensioni: Misurava circa 9 metri di lunghezza e 1,6 metri di larghezza, con un dislocamento di circa 6 tonnellate in superficie. Equipaggio e Struttura: Equipaggio: Era operato da un singolo uomo, che gestiva tutte le operazioni del sommergibile, compresa la navigazione e il lancio dei siluri. Design: La struttura era piuttosto semplice e spartana, con una cabina di comando pressurizzata e una visibilità limitata attraverso un periscopio. Motorizzazione e Prestazioni: Motore: Il Biber era equipaggiato con un motore a benzina per la navigazione in superficie e un motore elettrico per la propulsione subacquea. Velocità: Poteva raggiungere una velocità massima di circa 6,5 nodi in superficie e 5 nodi in immersione. Autonomia: Aveva un'autonomia di circa 100 miglia nautiche in superficie e circa 8 miglia nautiche in immersione. Armamento: Siluri: Il Biber era armato con due siluri esterni, montati sui lati dello scafo, ognuno dei quali poteva essere lanciato contro navi nemiche. Mine: In alcune missioni, i siluri potevano essere sostituiti con mine navali. Ruolo Operativo e Missioni: Missioni Furtive: Il Biber fu progettato per eseguire missioni furtive, penetrando nelle aree portuali e nelle rotte di navigazione nemiche per piazzare siluri o mine. Teatri di Operazione: Fu utilizzato principalmente nel Mar del Nord, nel Canale della Manica e nei porti controllati dagli Alleati. Efficacia e Problemi: Limitazioni Tecniche: Nonostante l'ingegnosità del design, il Biber soffriva di numerosi problemi tecnici, tra cui scarsa manovrabilità, autonomia limitata e vulnerabilità ai danni. Successi Limitati: A causa di questi problemi, il successo operativo del Biber fu limitato, con molte missioni che finirono in fallimenti e perdite di equipaggi. Conclusione Il U-Boot Biber rappresenta uno sforzo innovativo della Kriegsmarine per impiegare sommergibili tascabili in missioni speciali durante la Seconda Guerra Mondiale. Sebbene abbia avuto un impatto operativo limitato a causa di vari problemi tecnici, il Biber rimane un esempio interessante di come la Germania cercò di utilizzare tecnologie e tattiche non convenzionali per contrastare la superiorità marittima alleata. La sua storia evidenzia le sfide e i rischi associati all'uso di sommergibili tascabili in guerra.  

 
33,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
Sd.Kfz.234/2 PUMA 1/35 - MINIART 35419
SKU MINA35419
Marca: MINIART
Scala: 1/35
Nazione: Germania
Periodo: WWII
Tipologia: Veicoli Militari
Categoria: Kit

Kit Sd.Kfz.234/2 PUMA in scala 1/35 - Modello Miniart. - PARTI FOTOINCISE INCLUSE - PARTI IN PLASTICA TRASPARENTE INCLUSE - TUTTI I PORTELLI POSSONO ESSERE ASSEMBLATI IN POSIZIONE APERTA O CHIUSA - SUPERFICI METALLICHE E LINEE DI SALDATURA RAPPRESENTATE ACCURATAMENTE - FOGLIO DECALCOMANIE DEL MODELLO PER 6 OPZIONI Il Sd.Kfz. 234/2 Puma è stato un veicolo corazzato da ricognizione utilizzato dalla Wehrmacht durante la Seconda Guerra Mondiale. Fa parte della serie Sd.Kfz. 234, che comprende diversi modelli di veicoli corazzati a otto ruote (8-Rad), progettati per missioni di ricognizione e combattimento leggero. Caratteristiche Principali del Sd.Kfz. 234/2 Puma Progettazione e Costruzione: Origini: Lo sviluppo del Sd.Kfz. 234 iniziò nel 1940 per sostituire i precedenti veicoli corazzati da ricognizione. Il Sd.Kfz. 234/2, noto come "Puma", fu uno dei modelli più avanzati della serie. Produzione: La produzione del Puma iniziò nel 1943 e continuò fino al 1944. Ne furono costruiti circa 101 esemplari. Struttura e Design: Telaio e Motore: Era basato su un telaio a otto ruote motrici (8-Rad), che gli conferiva eccellenti capacità fuoristrada. Il motore era un Tatra V12 raffreddato ad aria, che forniva una potenza di circa 210 cavalli. Velocità e Autonomia: Il Puma poteva raggiungere una velocità massima di circa 85 km/h su strada e aveva un'autonomia di circa 800 km. Armamento: Cannone Principale: Il principale armamento del Sd.Kfz. 234/2 era un cannone KwK 39/1 da 50 mm, montato in una torretta completamente rotante. Questo cannone era efficace contro la maggior parte dei veicoli corazzati leggeri e medi dell'epoca. Mitragliatrice: Era inoltre equipaggiato con una mitragliatrice MG 42 coassiale da 7,92 mm per la difesa contro la fanteria. Equipaggio e Protezione: Equipaggio: Il Puma era operato da un equipaggio di quattro persone: comandante, cannoniere, caricatore e autista. Corazzatura: La corazza del veicolo variava da 8 mm a 30 mm di spessore, offrendo una protezione moderata contro armi leggere e frammenti di artiglieria. Ruolo Operativo e Impiego: Ricognizione: Il ruolo principale del Puma era quello di veicolo da ricognizione, utilizzato per esplorare il terreno e raccogliere informazioni sulle forze nemiche. Supporto: Grazie al suo armamento e alla mobilità, il Puma poteva anche fornire supporto di fuoco alle unità di fanteria e corazzate. Prestazioni e Affidabilità: Mobilità: Grazie al suo sistema di trazione integrale e alla sospensione avanzata, il Puma era estremamente mobile e poteva operare efficacemente su vari tipi di terreno, inclusi fango e neve. Affidabilità: Il veicolo era considerato affidabile e robusto, anche se la produzione limitata ne ridusse l'impatto complessivo sul corso della guerra. Conclusione Il Sd.Kfz. 234/2 Puma è stato uno dei veicoli corazzati da ricognizione più avanzati e apprezzati utilizzati dalla Germania durante la Seconda Guerra Mondiale. Con il suo potente armamento, l'eccellente mobilità e la buona protezione, il Puma era un veicolo versatile e efficace nel suo ruolo di ricognizione e supporto. Nonostante la produzione limitata, il Puma ha lasciato un'impronta significativa nella storia dei veicoli corazzati grazie alle sue prestazioni e al suo design avanzato.  

 
59,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
Bristol Beaufort Mk.I 1/48 - ICM 48314
SKU ICM-48314
Marca: ICM
Scala: 1/48
Nazione: Regno Unito
Periodo: WWII
Tipologia: Aerei
Categoria: Kit

 Kit aereo da caccia Bristol Beaufort Mk.I Bombing raid in scala 1/72 - Modello ICM. NUMERO DI DETTAGLI 231+86 Il Bristol Beaufort Mk.I era un bombardiere silurante britannico utilizzato principalmente durante la Seconda Guerra Mondiale dalla Royal Air Force (RAF) e dalla Fleet Air Arm (FAA). Prodotto dalla Bristol Aeroplane Company, il Beaufort è stato impiegato per missioni di bombardamento, posizionamento di mine e attacchi con siluri contro le navi nemiche. Caratteristiche principali del Bristol Beaufort Mk.I: Progettazione e Sviluppo: Origini: Il Beaufort è stato sviluppato come evoluzione del Bristol Blenheim, un bombardiere leggero e aereo da ricognizione. La sua progettazione iniziò nel 1935 e il primo volo avvenne nel 1938. Struttura: Era un aereo bimotore con un equipaggio di quattro persone. Aveva un design robusto con ali medie e un carrello di atterraggio retrattile. Motorizzazione: Motori: La versione Mk.I era alimentata da due motori radiali Bristol Taurus, ciascuno capace di sviluppare circa 1.130 cavalli. Prestazioni: Il Beaufort Mk.I aveva una velocità massima di circa 271 miglia orarie (436 km/h) e un'autonomia di circa 1.600 miglia (2.575 km). Armamento: Siluri e Bombe: Il Beaufort era principalmente progettato per trasportare un singolo siluro da 18 pollici (457 mm), ma poteva anche trasportare bombe fino a 1.500 libbre (680 kg) o mine navali. Armamento Difensivo: Era dotato di mitragliatrici calibro .303 pollici (7,7 mm) montate in postazioni difensive, comprese le torrette dorsali e ventrali, e una mitragliatrice fissa nel naso. Ruolo Operativo: Bombardiere Silurante: Il ruolo principale del Beaufort era quello di attaccare le navi nemiche con siluri. Questo includeva missioni contro convogli nemici e navi da guerra. Posa di Mine: Oltre agli attacchi con siluri, il Beaufort era utilizzato per la posa di mine navali nelle acque nemiche, una tattica che si rivelò efficace nel danneggiare le operazioni marittime dell'Asse. Bombardamenti: Sebbene meno comune, il Beaufort veniva anche impiegato per missioni di bombardamento contro obiettivi terrestri. Servizio e Impatto: Teatri di Operazione: Il Beaufort Mk.I ha operato in diversi teatri di guerra, inclusi il Mediterraneo, l'Atlantico e il Pacifico. Successi: Ha partecipato a numerose missioni di successo, compresi attacchi contro navi da guerra tedesche e italiane. Varianti e Evoluzioni: Varianti: Oltre al Mk.I, furono sviluppate altre varianti come il Mk.II, che presentava miglioramenti nei motori e nell'armamento. Beaufighter: Il successo del Beaufort portò allo sviluppo del Bristol Beaufighter, un caccia pesante e aereo d'attacco che utilizzava molte componenti del Beaufort. Conclusione: Il Bristol Beaufort Mk.I è stato un aereo versatile e importante per la Royal Air Force durante la Seconda Guerra Mondiale. La sua capacità di trasportare siluri e mine, insieme alla sua robustezza e affidabilità, lo rendeva un'arma efficace contro le forze navali nemiche. La sua eredità proseguì con lo sviluppo del Beaufighter, che divenne uno degli aerei da attacco più formidabili della RAF.  

 
79,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
IJN Akagi 1/700 - HASEGAWA CH127
SKU HAS-CH127
Marca: HASEGAWA
Scala: 1/700
Nazione: Giappone
Periodo: WWII
Tipologia: Navi
Categoria: Kit

Kit Portaerei della Marina giapponese Akagi Versione a scafo completo "Battaglia di Midway" in scala 1/700 - Modello Hasegawa. La IJN Akagi era una portaerei della Marina Imperiale Giapponese (IJN), famosa per il suo ruolo durante la Seconda Guerra Mondiale, in particolare nell'attacco a Pearl Harbor e nella Battaglia delle Midway. L'Akagi rappresenta uno degli esempi più noti di portaerei giapponesi dell'epoca e ha avuto un ruolo cruciale nelle operazioni navali giapponesi. Caratteristiche principali della IJN Akagi: Costruzione e Design: Origini: Inizialmente progettata come una nave da battaglia, l'Akagi fu convertita in portaerei durante la costruzione in conformità con le limitazioni imposte dal Trattato di Washington del 1922. Varo: La nave fu varata nel 1925 e completata nel 1927. Dimensioni: La lunghezza della nave era di circa 261 metri, con un dislocamento di circa 36.500 tonnellate a pieno carico. Capacità Aerea: Hangar: L'Akagi era dotata di tre hangar sovrapposti, una caratteristica insolita per le portaerei dell'epoca, che permettevano di ospitare un gran numero di velivoli. Velivoli: Poteva trasportare fino a 91 aerei, inclusi caccia, bombardieri in picchiata e siluranti. Ponte di volo: Il ponte di volo aveva una lunghezza considerevole ed era situato sopra gli hangar, senza isola, per massimizzare lo spazio di decollo e atterraggio. Armamento: Artiglieria: L'armamento principale comprendeva cannoni antiaerei e cannoni da 200 mm per la difesa contro navi di superficie. Difesa Aerea: Era equipaggiata con cannoni da 25 mm e 127 mm per la difesa aerea contro gli attacchi aerei nemici. Ruolo nella Seconda Guerra Mondiale: Attacco a Pearl Harbor: L'Akagi fu una delle sei portaerei che parteciparono all'attacco a Pearl Harbor il 7 dicembre 1941, lanciando aerei che causarono gravi danni alla flotta statunitense. Battaglia delle Midway: Nella battaglia decisiva delle Midway, l'Akagi fu una delle quattro portaerei giapponesi affondate. Durante la battaglia, subì danni critici a causa degli attacchi aerei statunitensi e fu infine autoaffondata per evitare la cattura. Eredità e Significato Storico: Tecnologia e Tattiche: L'Akagi rappresenta un'importante fase nello sviluppo delle portaerei e delle tattiche di guerra navale aerea. Simbolo: La nave è diventata un simbolo delle forze aeronavali giapponesi e della loro potenza durante le prime fasi della Seconda Guerra Mondiale. Conclusione: La IJN Akagi è una delle portaerei più celebri e significative della storia navale giapponese e mondiale. La sua partecipazione in eventi chiave come l'attacco a Pearl Harbor e la Battaglia delle Midway la rende una figura centrale nello studio delle operazioni navali della Seconda Guerra Mondiale. La sua progettazione avanzata per l'epoca e il ruolo nelle strategie navali giapponesi la rendono una nave di grande interesse storico e militare.  

 
64,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
BRC 40 BRITISH Troop 1/24 - EBBRO 25018
SKU EB-25018
Marca: EBBRO
Scala: 1/24
Nazione: Stati Uniti d'America
Periodo: WWII
Tipologia: Veicoli Militari
Categoria: Kit

Kit auto BRC 40 BRITISH Troop in scala 1/24 - Modello EBBRO.  La BRC 40 (Bantam Reconnaissance Car 40) è uno dei primi prototipi di veicoli leggeri da ricognizione sviluppati durante la Seconda Guerra Mondiale. Fu prodotto dall'American Bantam Car Company e rappresenta uno dei precursori del famoso veicolo militare Jeep. Sebbene inizialmente sviluppato negli Stati Uniti, il BRC 40 fu utilizzato anche dalle forze britanniche. Caratteristiche della BRC 40: Design e Struttura: Telaio e Carrozzeria: Telaio robusto e carrozzeria leggera, progettati per la mobilità su terreni difficili. La struttura era semplice ma efficace, con dimensioni compatte che permettevano facilità di trasporto e manovrabilità. Dimensioni: Compatta e leggera, facilitando il trasporto e la mobilità in vari teatri di guerra. Motore e Prestazioni: Motore: Alimentata da un motore a quattro cilindri Continental da 112 pollici cubici (circa 1.8 litri), capace di sviluppare circa 45 cavalli. Trasmissione: Cambio manuale a tre marce con trazione integrale, che offriva buone prestazioni su terreni accidentati. Capacità Operative: Ricognizione e Trasporto: Progettata principalmente per compiti di ricognizione, trasporto leggero di truppe e materiali, e collegamenti tra le unità. La BRC 40 poteva trasportare fino a quattro soldati e attrezzature leggere. Versatilità: Il design versatile permetteva l'installazione di mitragliatrici leggere per il supporto di fuoco. Utilizzo nelle Forze Britanniche: Adozione: Le forze britanniche adottarono la BRC 40 come veicolo di ricognizione leggero e per vari ruoli di supporto durante la guerra. Era particolarmente apprezzata per la sua robustezza e affidabilità. Teatri Operativi: Utilizzata in diversi teatri operativi, dalla campagna del Nord Africa all'Europa, dove la sua capacità di affrontare terreni difficili si rivelava preziosa. Significato Storico: Pioniere della Jeep: La BRC 40 è uno dei veicoli che ha portato allo sviluppo del celebre veicolo Jeep. Dopo il successo del BRC 40, altre compagnie come Willys-Overland e Ford produssero versioni migliorate, culminando nella Jeep Willys MB. Innovazione Militare: Ha rappresentato un'innovazione significativa nei veicoli militari, dimostrando l'efficacia di un veicolo leggero, versatile e robusto per una varietà di ruoli sul campo di battaglia. In Sintesi: La BRC 40 British Troop è uno dei primi veicoli leggeri da ricognizione sviluppati durante la Seconda Guerra Mondiale, prodotto dall'American Bantam Car Company e utilizzato anche dalle forze britanniche. Con un design compatto e robusto, motore affidabile e capacità di trazione integrale, il BRC 40 ha giocato un ruolo significativo nella mobilità militare dell'epoca, gettando le basi per il successivo sviluppo del leggendario veicolo Jeep.  

 
60,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
AMX MONOGRAFIA - EFESTOS
SKU EFE-04
Marca: EFESTOS
Nazione: Italia
Periodo: Moderni
Tipologia: Aerei
Categoria: Libri

Aeritalia - Aermacchi - EmbraerAMX A-11 / T-11 GhibliL’AMX è uscito recentemente di scena dopo un percorso, all’interno dell’Aeronautica, durato 35 anni.Se l’avvio è stato incerto, accompagnato da dubbi e critiche, solo in parte pienamente giustificati, con il passare degli anni, l’AMX, raggiunta la maturità, ha dimostrato di essere un velivolo capace di portare a termine la missione affidatagli. È stato l’assetto dell’Aeronautica ad essere maggiormente impegnato in svariate missioni all’estero (Kosovo, Afghanistan, Libia, Kuwait) totalizzando oltre 18.500 ore di volo operative, oltre che in innumerevoli esercitazioni in giro per tutto il mondo. Il volume è di 152 pagine e all’interno troverete oltre 450 immagini, 4 profili ed un walk around di 30 pagine. Tutti i reparti che hanno avuto in dotazione l’AMX sono trattati in modo organico evidenziando l’evolversi delle insegne. Trovano anche spazio le foto di 30 diversi velivoli commemorativi.In appendice alcune informazioni modellistiche: scatole di montaggio, colori ed una carrellata di modelli realizzata in collaborazione con l’IPMS Italia.

 
32,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
AMX GHIBLI PHOTOALBUM - EFESTOS
SKU EFE-05
Marca: EFESTOS
Nazione: Italia
Periodo: Moderni
Tipologia: Aerei
Categoria: Libri

AMX GHIBLI PHOTOALBUML’AMX come non lo avete mai visto, colto dalle lenti degli obiettivi di fotografi ed appassionati. 76 pagine piene di immagini - più di 150 - di questo aereo che per 35 anni è stato uno degli assetti fondamentali dell’Aeronautica Militare.foto qui presentate ce lo mostrano in situazioni molto diverse tra di loro: a terra ed in volo, da solo e circondato da specialisti e piloti, in decollo ed in atterraggio.

 
20,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
Musha Gundam The 78th - BANDAI 5066293 (95131)
SKU BAND-5066293
Marca: BANDAI
Scala: Senza scala
Periodo: Moderni
Tipologia: Serie TV/Anime
Categoria: Kit

Kit SDW Heroes Musha Gundam The 78th - Modello Bandai. 

 
22,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
PLAAF Su-35S Flanker E 1/72 - GREAT WALL HOBBY S7206
SKU GWHS7206
Marca: GREAT WALL HOBBIES
Scala: 1/72
Nazione: Cina
Periodo: Moderni
Tipologia: Aerei
Categoria: Kit

Kit aereo PLAAF Su-35S Flanker E in scala 1/72 - Modello Great Wall Hobby. Il PLAAF Su-35S Flanker-E è una variante avanzata del caccia multiruolo Sukhoi Su-35, utilizzata dalla Forza Aerea dell'Esercito Popolare di Liberazione della Cina (PLAAF). Il Su-35S è un caccia di superiorità aerea e attacco al suolo di quarta generazione avanzata, sviluppato dalla Sukhoi, una compagnia aeronautica russa. È noto per la sua manovrabilità eccezionale, la potenza del motore e l'avionica avanzata. Caratteristiche del Su-35S Flanker-E: Design e Struttura: Cellula e Aerodinamica: Il Su-35S presenta un design aerodinamico migliorato con l'uso di materiali compositi, che riducono il peso e aumentano la resistenza strutturale. È dotato di ali canard e una fusoliera allungata rispetto ai suoi predecessori. Manovrabilità: Dotato di ugelli di spinta vettoriale tridimensionali (3D TVC), che conferiscono al caccia una straordinaria manovrabilità, permettendogli di eseguire manovre aeree estremamente agili e di mantenere il controllo a basse velocità. Motori: Motori: Equipaggiato con due motori turbofan Saturn AL-41F1S, che forniscono una spinta combinata di oltre 29.000 libbre ciascuno con postcombustione. Prestazioni: Grazie ai suoi potenti motori, il Su-35S può raggiungere una velocità massima di Mach 2.25 (circa 2.400 km/h) e ha una capacità di supercruise (volo supersonico senza postcombustione). Avionica e Sistemi Elettronici: Radar: Dotato del radar phased array Irbis-E, che può tracciare fino a 30 bersagli aerei simultaneamente e ingaggiarne fino a 8 contemporaneamente. Ha anche capacità avanzate di rilevamento e tracciamento a lungo raggio. Sistemi di Guerra Elettronica: Equipaggiato con avanzati sistemi di contromisure elettroniche (ECM) per disturbare e confondere i radar nemici e i sistemi di guida dei missili. Cockpit: Moderno cockpit glass con display multifunzione (MFD), HUD (Head-Up Display) e capacità di visione notturna. Armamento: Missili: Capace di trasportare una vasta gamma di missili aria-aria (come l'R-77 e l'R-73) e missili aria-superficie (come l'Kh-31 e l'Kh-59). Bombe: Può trasportare bombe guidate e non guidate, inclusi vari tipi di munizioni intelligenti. Cannone: Equipaggiato con un cannone interno GSh-30-1 da 30 mm per il combattimento ravvicinato. Capacità Operative: Superiore aerea: Progettato per eccellere nelle missioni di superiorità aerea, con capacità di combattimento aria-aria avanzate. Attacco al suolo: Capace di svolgere missioni di attacco al suolo e interdizione, grazie alla sua versatile gamma di armamenti e avionica avanzata. Raggio d'Azione: Ha un lungo raggio d'azione, potenziato da serbatoi esterni e dalla possibilità di rifornimento in volo. Significato e Utilizzo nel PLAAF: L'acquisizione del Su-35S da parte della PLAAF rappresenta un importante passo avanti per la capacità aerea cinese. Con il Su-35S, la Cina ottiene un caccia con prestazioni eccezionali che può competere con i più avanzati aerei da combattimento occidentali. L'introduzione di questi caccia migliora significativamente la capacità della Cina di proteggere il proprio spazio aereo e di proiettare potenza in teatri operativi regionali e globali. In Sintesi: Il PLAAF Su-35S Flanker-E è una variante avanzata del caccia Su-35 utilizzata dalla Cina. Con una combinazione di manovrabilità eccezionale, potente motorizzazione, avionica avanzata e una vasta gamma di armamenti, il Su-35S è progettato per dominare sia nei combattimenti aerei che nelle missioni di attacco al suolo. La sua introduzione nella PLAAF rappresenta un significativo potenziamento delle capacità aeree della Cina.    

 
72,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
A-10C Thunderbolt II 1/48 - GREAT WALL HOBBY L4829
SKU GWHL4829
Marca: GREAT WALL HOBBIES
Scala: 1/48
Nazione: Stati Uniti d'America
Periodo: Moderni
Tipologia: Aerei
Categoria: Kit

Kit aereo A-10C Thunderbolt II in scala 1/48 - Modello Great Wall Hobby.  L'A-10C Thunderbolt II, comunemente noto come "Warthog", è un aereo d'attacco al suolo sviluppato dalla Fairchild Republic e utilizzato principalmente dall'Aeronautica degli Stati Uniti (USAF). Il suo design è ottimizzato per missioni di supporto aereo ravvicinato (CAS), interdizione aerea e per l'attacco a bersagli nemici in prima linea. Il modello "C" rappresenta una versione aggiornata dell'A-10A, con miglioramenti significativi nella tecnologia e nell'avionica. Caratteristiche dell'A-10C Thunderbolt II: Design e Struttura: Robustezza: L'A-10C è famoso per la sua costruzione robusta, progettata per sopportare gravi danni e continuare a volare. Il cockpit è protetto da una "vasca" in titanio che protegge il pilota. Ali: Le ali rettangolari dell'A-10C gli conferiscono una grande manovrabilità e la capacità di operare da piste corte e non preparate. Armamento: GAU-8 Avenger: Il principale armamento dell'A-10C è il cannone rotante GAU-8/A Avenger da 30 mm, uno dei cannoni più potenti mai montati su un aereo. Progettato per distruggere veicoli corazzati, può sparare fino a 3.900 colpi al minuto. Punti d'attacco: L'A-10C ha 11 punti d'attacco sotto le ali e la fusoliera per una varietà di armamenti, inclusi missili aria-superficie (come gli AGM-65 Maverick), bombe a guida laser, razzi e altre munizioni. Contenitori di Contromisure: Equipaggiato con lanciatori di chaff e flare per difendersi dai missili a guida radar e infrarossi. Avionica e Sistemi Elettronici: Glass Cockpit: L'aggiornamento alla versione C include un cockpit digitale con display multifunzione che migliorano la consapevolezza situazionale del pilota. Sistemi di Puntamento: Include avanzati sistemi di puntamento, come il pod di designazione bersagli Sniper XR, che permette una maggiore precisione nell'ingaggio dei bersagli. Comunicazioni: Dotato di sistemi di comunicazione avanzati per coordinare le operazioni con altre forze aeree e terrestri. Motori e Prestazioni: Motori: Equipaggiato con due motori turbofan General Electric TF34-GE-100A, montati su piloni sopra la fusoliera per ridurre il rischio di ingestione di detriti. Autonomia e Velocità: Ha un'autonomia operativa estesa, permettendogli di rimanere sul campo di battaglia per periodi prolungati. La velocità massima è di circa 706 km/h (439 mph). Ruoli e Capacità Operative: Supporto Aereo Ravvicinato (CAS): Progettato per fornire supporto aereo ravvicinato alle truppe di terra, distruggendo carri armati, veicoli corazzati e altre minacce. Interdizione Aerea: Utilizzato per colpire bersagli tattici dietro le linee nemiche. Ricognizione Armata: Può svolgere missioni di ricognizione armata, individuando e attaccando bersagli nemici. Significato e Utilizzo: L'A-10C Thunderbolt II è un elemento cruciale delle forze armate statunitensi, noto per la sua capacità di fornire supporto aereo efficace e letale alle truppe di terra. La sua capacità di volare a bassa quota, la resistenza ai danni e la potenza di fuoco lo rendono unico nel suo genere. L'aggiornamento alla versione C ha esteso la sua vita operativa e ne ha migliorato ulteriormente le capacità. In Sintesi: L'A-10C Thunderbolt II è una versione avanzata dell'A-10, ottimizzata per il supporto aereo ravvicinato e missioni d'attacco al suolo. Con il suo potente cannone GAU-8 Avenger, una struttura robusta e avanzati sistemi avionici, l'A-10C è progettato per sopportare gravi danni e continuare a fornire supporto vitale alle truppe di terra. Questo aereo è un simbolo di potenza e resistenza nell'arsenale dell'USAF.  

 
114,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
Leopard 2 A7V 1/35 - TAMIYA 35387
SKU TAM-35387
Marca: TAMIYA
Scala: 1/35
Nazione: Germania
Periodo: Moderni
Tipologia: Veicoli Militari
Categoria: Kit

Kit Carro armato da battaglia principale tedesco Leopard 2 A7V in scala 1/35 - Modello Tamiya.  Il Leopard 2 A7V è una variante avanzata del carro armato da battaglia principale (MBT) tedesco Leopard 2, sviluppato da Krauss-Maffei Wegmann (KMW). È uno degli MBT più moderni e potenti al mondo, progettato per migliorare le capacità di combattimento urbano e convenzionale rispetto ai suoi predecessori. Il Leopard 2 A7V incorpora una serie di miglioramenti in termini di protezione, mobilità e capacità di combattimento. Caratteristiche del Leopard 2 A7V: Armamento: Cannone Principale: Equipaggiato con un cannone Rheinmetall L/55 da 120 mm, che offre una grande precisione e potenza di fuoco. Mitragliatrici: Dispone di mitragliatrici coassiali e antiaeree, come una MG3 da 7,62 mm. Munizioni: Capace di sparare vari tipi di munizioni, inclusi proiettili perforanti a energia cinetica (APFSDS) e munizioni esplosive (HE). Protezione: Blindatura: Dotato di una blindatura avanzata combinata che include strati di acciaio, materiali compositi e reattivi, che migliorano la resistenza contro proiettili perforanti e munizioni esplosive. Sistemi di Protezione Attiva: Integrato con sistemi di protezione attiva (APS) per intercettare e neutralizzare le minacce in arrivo, come missili anticarro. Contromisure: Include lanciatori di granate fumogene per confondere i sistemi di guida nemici. Mobilità: Motore: Equipaggiato con un motore diesel MTU MB 873 Ka-501 da 1.500 cavalli, che offre eccellenti prestazioni di mobilità. Sospensioni: Le sospensioni idropneumatiche migliorano la manovrabilità e il comfort di guida su terreni accidentati. Velocità: Può raggiungere una velocità massima di circa 70 km/h su strada. Sistemi Elettronici e Avionica: Sistema di Controllo del Fuoco: Equipaggiato con un avanzato sistema di controllo del fuoco che include telemetri laser, visori termici e sistemi di puntamento computerizzati. Comunicazioni: Dispone di un moderno sistema di comunicazione digitale per coordinare le operazioni con altre unità sul campo di battaglia. Sensori: Integrato con sensori all'avanguardia per la rilevazione e l'acquisizione dei bersagli, migliorando la consapevolezza situazionale. Capacità Operative: Combattimento Urbano: Progettato con capacità migliorate per il combattimento urbano, inclusi sistemi di protezione aggiuntivi per gli equipaggi in ambienti chiusi. Multiruolo: Adatto a una varietà di scenari di combattimento, dalla guerra convenzionale a operazioni di mantenimento della pace. Significato e Utilizzo: Il Leopard 2 A7V rappresenta l'ultima evoluzione della serie Leopard 2, riflettendo i progressi tecnologici e le lezioni apprese dalle operazioni militari moderne. È considerato uno dei carri armati più avanzati e letali in servizio oggi, con una combinazione di potenza di fuoco, protezione e mobilità che lo rende un asset fondamentale per le forze armate che lo utilizzano. In Sintesi: Il Leopard 2 A7V è una versione avanzata del carro armato Leopard 2, progettata per migliorare le capacità di combattimento urbano e convenzionale. Con un cannone da 120 mm, avanzati sistemi di protezione, motore potente e tecnologia all'avanguardia, rappresenta uno dei carri armati più moderni e efficaci al mondo. Utilizzato principalmente dalle forze armate tedesche e da altre nazioni alleate, il Leopard 2 A7V è una componente chiave nella strategia di difesa moderna.  

 
78,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
Macchi Mc.202 Folgore Portelli e Pannelli 1/32 - QUINTA STUDIO QP32019
SKU QP32019
Marca: QUINTA MODELLING STUDIO
Scala: 1/32
Nazione: Italia
Periodo: WWII
Tipologia: Aerei
Categoria: Decals 3D

Portelli e Pannelli per Macchi Mc.202 Folgore in scala 1/32 per kit Italeri - Set Quinta Studio.Per un corretto utilizzo:utilizzare ammorbidente + fissanteLe istruzioni sono comprese.

 
 
Non disponibile
P-47D-28RE Thunderbolt 1/48 - MINIART 48015
SKU MINA48015
Marca: MINIART
Scala: 1/48
Nazione: Stati Uniti d'America
Periodo: WWII
Tipologia: Aerei
Categoria: Kit

Kit aereo cacciabombardiere P-47D-28RE Thunderbolt "Aeronautica francese libera'' (Kit Base) in scala 1/35 - Modello Miniart. - MODELLO ALTAMENTE DETTAGLIATO - IL COPERCHIO PUÒ ESSERE POSTO APERTO E CHIUSO - 3 TIPI DI RUOTE INCLUSE - PARTI TRASPARENTI INCLUSE - FOGLIO DECAL PER 3 VARIANTI Il P-47D-28RE Thunderbolt è una variante del P-47 Thunderbolt, un famoso aereo da caccia e cacciabombardiere utilizzato dalle forze aeree degli Stati Uniti durante la Seconda Guerra Mondiale. Prodotto dalla Republic Aviation, il P-47 è noto per la sua robustezza, potenza di fuoco e capacità di sopportare gravi danni in combattimento. Caratteristiche del P-47D-28RE Thunderbolt: Design e Struttura: Cellula: Il P-47 Thunderbolt è un aereo monoplano ad ala bassa con una struttura robusta e un carrello di atterraggio retrattile. Dimensioni: Ha un'apertura alare di circa 12,4 metri e una lunghezza di circa 11 metri. Motore: Tipo: Equipaggiato con un motore radiale Pratt & Whitney R-2800-59 Double Wasp da 18 cilindri. Potenza: Circa 2.535 cavalli, che fornivano eccellente velocità e capacità di carico. Armamento: Armi Principali: Armato con otto mitragliatrici Browning M2 da 12,7 mm (quattro per ala). Carico Bellico: Capace di trasportare fino a 1.134 kg di bombe e razzi non guidati sotto le ali e la fusoliera. Questo lo rendeva efficace sia come caccia che come cacciabombardiere. Prestazioni: Velocità Massima: Circa 686 km/h a 9.145 metri di altitudine. Autonomia: Circa 1.600 km senza serbatoi ausiliari, estendibile con serbatoi di carburante esterni. Tetto di Servizio: Poteva operare fino a un'altitudine di circa 12.500 metri. Equipaggiamenti e Miglioramenti: Miglioramenti nella Serie D: La serie D del P-47 includeva vari miglioramenti rispetto alle versioni precedenti, come serbatoi di carburante maggiorati, miglioramenti aerodinamici e sistemi avanzati di gestione del motore. Cockpit: Il modello D-28RE aveva una visibilità migliorata per il pilota grazie alla cabina di pilotaggio "bubble canopy" (tettuccio a goccia), che offriva una vista a 360 gradi. Ruoli Operativi: Caccia di Scorta: Scortava i bombardieri alleati durante le missioni di bombardamento strategico. Cacciabombardiere: Effettuava attacchi al suolo contro truppe, veicoli e installazioni nemiche grazie alla sua capacità di trasportare bombe e razzi. Superiore in Battaglia: La sua robustezza e la capacità di subire danni senza perdere la capacità di combattere lo resero uno degli aerei preferiti dai piloti. Significato Storico: Il P-47 Thunderbolt fu uno degli aerei più prodotti durante la Seconda Guerra Mondiale, con oltre 15.000 esemplari costruiti. La variante D-28RE rappresenta un punto alto nell'evoluzione del P-47, con significativi miglioramenti che ne aumentarono l'efficacia in combattimento. Il Thunderbolt giocò un ruolo cruciale nelle operazioni aeree alleate, contribuendo in modo significativo alla superiorità aerea e al successo delle campagne di bombardamento. In Sintesi: Il P-47D-28RE Thunderbolt è una variante avanzata del P-47, noto per la sua potenza, robustezza e versatilità. Utilizzato principalmente dalle forze aeree degli Stati Uniti durante la Seconda Guerra Mondiale, eccelleva sia come caccia di scorta che come cacciabombardiere, giocando un ruolo fondamentale nel garantire la superiorità aerea alleata.

 
50,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
Focke-Wulf Fw 190A-2 - 1/48 - EDUARD 82146
SKU EDU-082146
Marca: EDUARD
Scala: 1/48
Nazione: Germania
Periodo: WWII
Tipologia: Aerei
Categoria: Kit

Kit aereo da caccia tedesco della Seconda Guerra Mondiale Fw 190A-2 in scala 1/48 - Modello Eduard. Il kit offre l'aereo con ali a due e quattro cannoni. Edizione: ProfiPACK Sprue: Eduard Set PE:  sì, preverniciati Maschera pittorica: sì Opzioni di marcatura: 5 Brassin: Sì, le porte del vano ruota Marcature: WNr. 0125228, Ofw. Erwin Leibold, Stab I./JG 26, St. Omer-Arques, Francia, luglio 1942 WNr. 0125281, Oblt. Siegfried Schnell, CO del 9./JG 2, Théville, Francia, giugno 1942 WNr. 0122125, Oblt. Max Buchholz, comandante del 5./JG 1, Katwijk, Paesi Bassi, estate 1942 WNr. 0125310, HPTM. Josef Priller, comandante del III./JG 26, Wevelghem, Belgio, giugno 1942 Obblig. Egon Mayer, comandante del 7./JG 2, Théville, Francia, estate 1942

 
31,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
B-26F/G Marauder 1/72 - EDUARD 2146
SKU EDU-02146
Marca: EDUARD
Scala: 1/72
Nazione: Stati Uniti d'America
Periodo: WWII
Tipologia: Aerei
Categoria: Kit

Kit aereo bombardiere medio americano della Seconda Guerra Mondiale B-26F/G in scala 1/72 - Modello Eduard.Nella scatola ci sono le macchine dell'MTO, dell'ETO e della PTO. parti in plastica: Hasegawaopzioni di marcatura: 8decalcomanie: EduardParti in PE: preverniciatemaschera pittorica: sìparti in resina: sì ruote

 
48,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
SMB-2 Super Mystère 1/48 - SPECIAL HOBBY SH48238
SKU MPMS48238
Marca: SPECIAL HOBBY
Scala: 1/48
Nazione: Israele
Periodo: Moderni
Tipologia: Aerei
Categoria: Kit

Kit aereo SMB-2 Super Mystère 'Sa’ar – Israeli Storm in the Sky' in scala 1/48 - Modello Special Hobby.- modello superbamente dettagliato ed estremamente accurato in formato Hi-Tech- decalcomanie accurate, inclusi stencil per la manutenzione per tre cellule IAF in varie combinazioni di colori- ampia varietà di armamenti sotto alare contenuti nel kit- versione limitataIl SMB-2 Super Mystère "Sa’ar" è una versione aggiornata e migliorata del caccia-bombardiere francese Super Mystère B2, sviluppata per l'aeronautica militare israeliana. La designazione "Sa’ar", che in ebraico significa "tempesta", riflette le modifiche significative apportate a questo aereo per migliorare le sue prestazioni e capacità.Caratteristiche TecnicheOrigine: Francia (originale), modificato in IsraeleTipo: Caccia-bombardiereMotore: Sostituzione del motore originale Atar 101G con il più potente Pratt & Whitney J52-P-8AVelocità massima: Circa 1.200 km/h (Mach 1.2)Raggio d'azione: Aumentato rispetto alla versione originale grazie all'efficienza del nuovo motoreArmamento:Cannoni da 30 mmBombe e razzi su punti d'attacco sotto le ali e la fusolieraMissili aria-aria e aria-terraModifiche e MiglioramentiMotoreLa modifica più significativa del "Sa’ar" rispetto al Super Mystère B2 originale è l'installazione del motore Pratt & Whitney J52-P-8A, lo stesso utilizzato sugli A-4 Skyhawk, che forniva una spinta maggiore e una migliore affidabilità rispetto al motore francese Atar 101G.AvionicaSistemi di navigazione e attacco: Aggiornati per migliorare la precisione e l'efficacia nelle missioni di bombardamento.Radar e sistemi di comunicazione: Migliorati per una maggiore consapevolezza situazionale e coordinamento durante le missioni.Struttura e AerodinamicaAla e fusoliera: Alcune modifiche per migliorare la maneggevolezza e le prestazioni in volo.Capacità di carico: Migliorata con l'aggiunta di punti d'attacco più robusti per una maggiore varietà di armamenti.Utilizzo OperativoServizio in IsraeleConflitti: Il Super Mystère "Sa’ar" ha visto l'azione in vari conflitti, inclusa la Guerra dei Sei Giorni nel 1967, la Guerra del Kippur nel 1973, e altre operazioni minori.Ruolo: Utilizzato principalmente come caccia-bombardiere per attacchi al suolo, supporto aereo ravvicinato e missioni di interdizione.ImpattoEfficacia: Le modifiche apportate hanno reso il "Sa’ar" un velivolo più efficace e affidabile, migliorando la capacità dell'aeronautica israeliana di condurre operazioni offensive.Durata del servizio: Rimase in servizio operativo per diversi decenni, dimostrando la validità delle modifiche implementate.EreditàIl Super Mystère "Sa’ar" rappresenta un esempio significativo di come un aereo militare possa essere migliorato e adattato per soddisfare esigenze specifiche, estendendo la sua vita operativa e migliorando le capacità di una forza aerea. La combinazione di tecnologia francese e americana, insieme alle competenze di modifica israeliane, ha creato un velivolo versatile e potente, adattato alle condizioni di combattimento specifiche della regione mediorientale.In sintesi, il SMB-2 Super Mystère "Sa’ar" è un caccia-bombardiere aggiornato dall'aviazione israeliana, caratterizzato da un motore più potente e sistemi avionici migliorati, che ha svolto un ruolo cruciale nelle operazioni militari israeliane.

 
62,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
Hs 123 Servizio Luftwaffe 1/72 - LF MODELS PE7273
SKU LFM-P7273
Marca: LF MODELS
Scala: 1/72
Nazione: Germania
Periodo: WWII
Tipologia: Aerei
Categoria: Kit

Kit aereo Hs 123 Servizio Luftwaffe in scala 1/72 - Modello LF Models.Kit completo in plastica con aggiornamento in resina e 4 opzioni di decalcomanie (Stab II./SG.2, II/SG.2, I/SchG.1, 4(Sch)/LG2).L'Henschel Hs 123 era un biplano da attacco al suolo impiegato dalla Luftwaffe, l'aeronautica militare della Germania nazista, durante la seconda guerra mondiale. Ecco una panoramica dettagliata del Henschel Hs 123 nel servizio della Luftwaffe:Caratteristiche Principali dell'Henschel Hs 123Ruolo: Aereo da attacco al suolo e bombardamento in picchiata.Produttore: Henschel Flugzeugwerke AG.Primo volo: 1935.Entrata in servizio: 1936.Design e SviluppoOrigini: L'Hs 123 fu progettato come un aereo da attacco al suolo robusto e semplice da costruire. Era uno dei primi progetti di aereo militare della Henschel Flugzeugwerke.Struttura: Biplano con una struttura robusta e resistente. Aveva un carrello d'atterraggio fisso e una cabina di pilotaggio aperta.Motorizzazione: Equipaggiato con un motore radiale BMW 132Dc da 880 hp.Caratteristiche TecnicheDimensioni:Lunghezza: 8,33 metri.Apertura alare: 10,50 metri.Altezza: 3,20 metri.Peso:A vuoto: 1.410 kg.Massimo al decollo: 2.300 kg.Prestazioni:Velocità massima: 340 km/h.Autonomia: 850 km.Tangenza massima: 8.500 metri.Armamento:Mitragliatrici: 2 × 7,92 mm MG 17.Bombe: Capacità di trasportare fino a 450 kg di bombe.Utilizzo OperativoGuerra Civile Spagnola: L'Hs 123 fu inizialmente testato in combattimento durante la Guerra Civile Spagnola con la Legione Condor, dimostrando la sua efficacia come aereo da attacco al suolo.Seconda Guerra Mondiale: All'inizio della seconda guerra mondiale, l'Hs 123 fu utilizzato durante la campagna di Polonia e successivamente in Francia. Era apprezzato per la sua robustezza e capacità di operare in condizioni difficili.Fronte Orientale: Nonostante fosse considerato obsoleto, l'Hs 123 fu utilizzato anche sul Fronte Orientale, dove la sua robustezza e la capacità di operare da campi di volo improvvisati lo resero prezioso.Ruolo di Supporto: Utilizzato principalmente in ruoli di supporto ravvicinato, attacco al suolo e bombardamento in picchiata, l'Hs 123 era in grado di infliggere danni significativi alle forze nemiche con le sue mitragliatrici e bombe.Impatto StoricoL'Hs 123 rappresentava una transizione tra i biplani della prima guerra mondiale e i moderni aerei da attacco monoplani. Nonostante fosse superato da aerei più avanzati durante la guerra, l'Hs 123 rimase in servizio grazie alla sua affidabilità e robustezza, dimostrando la validità del suo design in molteplici teatri operativi.ConclusioneL'Henschel Hs 123 è un esempio di un aereo che, nonostante fosse obsoleto in termini di design rispetto agli standard della seconda guerra mondiale, ha dimostrato un notevole valore operativo grazie alla sua robustezza, versatilità e capacità di operare in condizioni difficili. È ricordato come uno degli aerei da attacco al suolo più efficaci della Luftwaffe durante i primi anni del conflitto.

 
30,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
Hs 123 Angelito 1/72 - LF MODELS PE7272
SKU LFM-P7272
Marca: LF MODELS
Scala: 1/72
Nazione: Germania
Periodo: WWII
Tipologia: Aerei
Categoria: Kit

Kit aereo Hs 123 "Angelito" Servizio Spagnolo in scala 1/72 - Modello LF Models.Kit completo in plastica con aggiornamento in resina e 4 opzioni di decalcomanie (Grupo 5-G-17, Grupo Mixto 86-70, Dive Bombing Sq. del 2° reggimento aereo, 61° squadrone).L'Henschel Hs 123 "Angelito" è il soprannome dato a questo aereo da attacco al suolo nel servizio spagnolo durante e dopo la Guerra Civile Spagnola. Ecco una panoramica del suo utilizzo e della sua storia in questo contesto:Henschel Hs 123 "Angelito" nel Servizio SpagnoloContesto StoricoGuerra Civile Spagnola (1936-1939): La Germania nazista supportò le forze nazionaliste di Francisco Franco fornendo vari tipi di armamenti, inclusi aerei come il Henschel Hs 123. L'aereo fu utilizzato principalmente dalla Legione Condor, l'unità aerea tedesca inviata in Spagna per sostenere i nazionalisti.Caratteristiche dell'AereoTipo: Aereo da attacco al suolo e bombardamento in picchiata.Designazione: In Spagna, l'Hs 123 veniva affettuosamente chiamato "Angelito" dalle truppe nazionaliste, un soprannome che può essere tradotto come "piccolo angelo", probabilmente in riferimento alla sua robustezza e affidabilità in battaglia.Utilizzo OperativoMissioni di Attacco al Suolo: L'Hs 123 fu impiegato in missioni di attacco al suolo contro le forze repubblicane, dimostrando efficacia grazie alla sua capacità di bombardamento in picchiata e di supporto ravvicinato.Prestazioni: Nonostante fosse già considerato un design obsoleto rispetto ai monoplani moderni, l'Hs 123 si rivelò molto resistente e adatto alle condizioni operative della guerra in Spagna, operando da piste improvvisate e in condizioni climatiche difficili.Servizio Post-GuerraEsercito dell'Aria (Ejército del Aire): Dopo la vittoria dei nazionalisti, l'Hs 123 continuò a servire nell'aviazione militare spagnola. L'aereo rimase in servizio operativo per diversi anni, grazie alla sua affidabilità e facilità di manutenzione.Impatto e EreditàAddestramento e Tattiche: L'utilizzo dell'Hs 123 in Spagna fornì preziose lezioni alle forze tedesche su tattiche di attacco al suolo, che furono poi applicate su larga scala durante la Seconda Guerra Mondiale.Popolarità: Il soprannome "Angelito" riflette l'apprezzamento delle truppe spagnole per questo aereo, che contribuì in modo significativo alle loro operazioni di combattimento.ConclusioneL'Henschel Hs 123 "Angelito" è ricordato come un aereo robusto e affidabile che ha svolto un ruolo significativo nelle operazioni di attacco al suolo durante la Guerra Civile Spagnola. Il suo utilizzo e la sua popolarità tra le forze nazionaliste sottolineano la sua importanza storica in questo conflitto e nel periodo successivo, quando continuò a servire nelle forze aeree spagnole.

 
30,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
Scout AH.1 - 1/72 - LF MODELS PE7270
SKU LFM-P7270
Marca: LF MODELS
Scala: 1/72
Nazione: Regno Unito
Periodo: Moderni
Tipologia: Elicotteri
Categoria: Kit

Kit elicottero Scout AH.1 servizio britannico in scala 1/72 - Modello LF Models.Kit di plastica completo da nuovi stampi con 4 opzioni di decalcomanie (2 x RAF, 1 x Empire State Pilots School, 1 x Special Air Services)Il Westland Scout AH.1 è un elicottero leggero da ricognizione e utilità prodotto dalla Westland Helicopters nel Regno Unito. Ecco una panoramica delle caratteristiche e del suo utilizzo:Caratteristiche Principali del Westland Scout AH.1Ruolo: Elicottero leggero da ricognizione e utilità.Produttore: Westland Helicopters, Regno Unito.Entrata in servizio: Anni '60.Design e SviluppoOrigini: Il Westland Scout è derivato dal Saunders-Roe P.531, un elicottero leggero che la Westland Helicopters acquisì quando acquistò la Saunders-Roe nel 1959.Design: L'elicottero è progettato per essere versatile e adatto a vari compiti militari, con una struttura semplice e robusta.Caratteristiche TecnicheDimensioni:Lunghezza: Circa 10,08 metri.Diametro rotore: Circa 9,14 metri.Altezza: Circa 2,67 metri.Peso:A vuoto: Circa 1.542 kg.Massimo al decollo: Circa 2.495 kg.Propulsione: Un motore a turbina Rolls-Royce Nimbus Mk.101, capace di sviluppare circa 1.050 shp (783 kW).Velocità: Velocità massima di circa 193 km/h.Autonomia: Circa 432 km.Armamento e EquipaggiamentiArmamento: L'elicottero può essere armato con mitragliatrici leggere e razzi, a seconda della configurazione e del tipo di missione.Equipaggiamenti: Dotato di attrezzature per il sollevamento, sistemi di comunicazione e altre attrezzature necessarie per le missioni di ricognizione e utilità.Utilizzo OperativoRuolo Militare: Utilizzato principalmente dall'esercito britannico (British Army) per compiti di ricognizione, trasporto leggero, evacuazione medica e supporto generale alle operazioni di terra.Versatilità: Il design leggero e maneggevole lo rende adatto a operazioni in ambienti difficili e in condizioni operative varie.Utilizzo in Conflitti: Impiegato in vari conflitti e operazioni militari, inclusi il conflitto in Borneo, l'operazione in Aden e il servizio in Irlanda del Nord.ConclusioneIl Westland Scout AH.1 è stato un elicottero importante per le forze armate britanniche durante gli anni '60 e '70, grazie alla sua versatilità e capacità di operare in una varietà di ruoli. Sebbene ormai ritirato dal servizio, il Scout ha lasciato un'eredità significativa come uno degli elicotteri leggeri più utili e adattabili del suo tempo.

 
33,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
FFG PROJECT 22350 - 1/350 - TAKOM 6009
SKU TKM-6009
Marca: TAKOM MODEL
Scala: 1/350
Nazione: Russia
Periodo: Moderni
Tipologia: Navi
Categoria: Kit

Kit Admiral Gorshkov-class frigate FFG Project 22350 in scala 1/350 - Modello Takom. La fregata classe Admiral Gorshkov, identificata anche come Project 22350, è una moderna classe di fregate della Marina Russa. Ecco una panoramica delle caratteristiche e del suo utilizzo: Caratteristiche Principali della Fregata Classe Admiral Gorshkov (Project 22350) Ruolo: Fregata multifunzione. Produttore: Costruita nei cantieri Severnaya Verf a San Pietroburgo, Russia. Entrata in servizio: La prima nave della classe, l'Admiral Gorshkov, è stata commissionata nel luglio 2018. Design e Sviluppo Sviluppo: Il Project 22350 è stato sviluppato per sostituire le vecchie navi di superficie della Marina Russa e per fornire una piattaforma moderna e versatile per la difesa e l'attacco navale. Design: La classe Gorshkov presenta un design stealth, con superfici angolate e materiali radar-assorbenti per ridurre la sua firma radar. Caratteristiche Tecniche Dislocamento: Circa 5.400 tonnellate a pieno carico. Dimensioni: Lunghezza: Circa 135 metri. Larghezza: Circa 16 metri. Pescaggio: Circa 4,5 metri. Propulsione: Impianto di propulsione combinato diesel-gas (CODAG) con motori diesel e turbine a gas, consentendo velocità superiori ai 30 nodi. Autonomia: Circa 4.500 miglia nautiche a velocità economica. Equipaggio: Circa 180-210 membri. Armamento Missili: Missili da crociera: Sistema di lancio verticale (VLS) capace di lanciare missili Kalibr, Oniks e, in futuro, il missile ipersonico Tsirkon. Difesa aerea: Sistema Poliment-Redut con missili 9M96 per difesa aerea a medio raggio. Cannoni: Un cannone A-192M da 130 mm. Sistemi antiaerei: Missili Pantsir-M o Kashtan per la difesa aerea ravvicinata. Sistemi antisommergibile: Lanciatori di razzi antisommergibile Paket-NK e tubi lanciasiluri. Guerra elettronica: Sistemi avanzati di contromisure elettroniche (ECM). Sensori e Sistemi di Combattimento Radar: Radar multifunzionale AESA Poliment, radar di sorveglianza e di tiro. Sonar: Sonar a scafo e rimorchiato per rilevamento e tracciamento di sommergibili. Sistemi di comunicazione e gestione del combattimento: Sistemi avanzati per la gestione delle operazioni e il coordinamento con altre unità navali. Utilizzo Operativo Ruolo: La classe Admiral Gorshkov è progettata per operare in un'ampia gamma di missioni, tra cui difesa aerea, guerra antisommergibile, attacco terrestre e guerra di superficie. Missioni: Impiegata per la protezione delle linee marittime, la proiezione di potenza e il supporto a operazioni anfibie. Conclusione Le fregate classe Admiral Gorshkov rappresentano una componente chiave della moderna Marina Russa, combinando capacità avanzate di difesa e attacco con un design stealth e sistemi d'arma sofisticati. Queste navi multifunzione sono progettate per affrontare una varietà di minacce e per operare efficacemente in diversi scenari operativi, rendendole un elemento cruciale per la proiezione di potenza navale russa. 

 
43,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
Promozioni, offerte valide solamente online
P-51B Mustang Birdcage Canopy 1/48 - EDUARD 82107 -17%
SKU EDU-082107
Marca: EDUARD
Scala: 1/48
Nazione: Stati Uniti d'America
Periodo: WWII
Tipologia: Aerei
Categoria: Kit

PRE-ORDER Kit aereo da caccia statunitense P-51B Mustang in scala 1/48. (Uscita prevista del kit fine Luglio 2024)Consente di costruire l'aereo con la calotta standard Birdcage in una delle sei marcature USAAF.parti in plastica: Eduardopzioni di marcatura: 6decalcomanie: EduardParti in PE: sì, preverniciatemaschera di pittura: sìparti in resina: noInclude decalcomanie per i seguenti aerei:P-51B-10-NA, s/n 42-106730, VF*P, “Reegies Reply”, Capitano John T. Godfrey, 336th FS, 4th FG, 8th AF, Debden, Gran Bretagna, aprile 1944P-51B-5-NA, s/n 43-6787, G4*Q, “Shanty Irish”, Capitano Gil O'Brien, 362nd FS, 357th FG, 8th AF, Leiston, Gran Bretagna, giugno 1944P-51B-5-NA, s/n 43-6461, CS*Q, “Hot Pants”, Tenente Richard Rabb, 370th FS, 359th FG, 8th AF, East Waltham, Gran Bretagna, luglio 1944P-51B-10-NA, s/n 42-106501, CM*M, “Betty Jane”, Col. Charles McCorckle, 31st FG, 15th AF, San Severo, Italia, luglio 1944P-51B-15, s/n 43-24857, 90, “Dorothy II”, Capitano Robert M. Barkey, 318th FS, 325th FG, 15th FS, Lesina, Italia, giugno 1944P-51B-1, s/n 43-12405, 76° FS, 23° FG, Col. DL “Tex” Hill, Cina, 1944

 
42,00 € 34,86

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
Messerschmitt Me-109G-10 PRE ORDER 1/72 - EDUARD R0022 -10%
SKU EDU-R0022
Marca: EDUARD
Scala: 1/72
Nazione: Germania
Periodo: WWII
Tipologia: Aerei
Categoria: Kit

PRE-ORDER Kit aereo da caccia tedesco Bf 109G-10 in scala 1/72. (Uscita prevista del kit Settembre 2024)Kit dell'edizione Royal Class del famoso aereo da caccia Tedesco Bf 109G-10.La scatola contiene sprue in plastica per due kit completi, decal x 10 varianti, parti in PE, maschera per verniciatura, parti in resina.

 
53,00 € 47,70

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
Messerschmitt Me-109E-4 - 1/32 - EDUARD 3003 -17%
SKU EDU-03003
Marca: EDUARD
Scala: 1/32
Nazione: Germania
Periodo: WWII
Tipologia: Aerei
Categoria: Kit

PRE-ORDER Kit aereo da caccia tedesco della Seconda Guerra Mondiale Bf 109E-4 in scala 1/32 - Modello Eduard Profipack. (Uscita prevista del kit fine Luglio 2024) Il Messerschmitt Bf 109E-4 è una variante del celebre caccia tedesco Bf 109, utilizzato ampiamente durante la Seconda Guerra Mondiale. Questa versione, conosciuta anche come "Emil," è particolarmente nota per il suo ruolo nella Battaglia d'Inghilterra. Caratteristiche Principali del Messerschmitt Bf 109E-4 Progettazione e Costruzione: Origini: Progettato da Willy Messerschmitt negli anni '30, il Bf 109 è diventato uno dei caccia più prodotti e utilizzati della Luftwaffe. Introduzione: La variante E-4 è stata introdotta nel 1940, con miglioramenti rispetto alle versioni precedenti. Design e Configurazione: Struttura: Monoplano ad ala bassa, con una fusoliera stretta e aerodinamica. Materiali: Costruito principalmente in metallo, con alcune parti in legno e tela. Motorizzazione: Motore: Equipaggiato con un motore Daimler-Benz DB 601Aa a iniezione diretta, capace di erogare circa 1.175 cavalli (875 kW). Prestazioni: Raggiunge una velocità massima di circa 570 km/h e ha un'autonomia operativa di circa 660 km. Armamento: Cannoni: Due cannoni MG FF/M da 20 mm montati nelle ali, in grado di sparare proiettili esplosivi ad alta velocità. Mitragliatrici: Due mitragliatrici MG 17 da 7,92 mm montate sul cofano del motore, sincronizzate per sparare attraverso l'elica. Bombardamento: Alcuni modelli potevano trasportare una piccola bomba sotto la fusoliera per missioni di attacco al suolo. Ruolo Operativo Contesto Storico: Battaglia d'Inghilterra: La versione E-4 ha giocato un ruolo cruciale durante la Battaglia d'Inghilterra nel 1940, dove ha combattuto contro i caccia della Royal Air Force (RAF). Teatri di Guerra: Utilizzato su vari fronti, tra cui il fronte occidentale e orientale, e nel Mediterraneo. Ruolo Operativo: Caccia di Superiorità Aerea: Progettato principalmente per ottenere e mantenere la superiorità aerea. Intercettazione: Utilizzato per intercettare e abbattere bombardieri nemici. Attacco al Suolo: Alcune varianti E-4 erano configurate per missioni di attacco al suolo, bombardando obiettivi terrestri nemici. Prestazioni e Affidabilità Manovrabilità: Conosciuto per la sua eccellente manovrabilità e capacità di combattimento aereo. Affidabilità: Sebbene fosse robusto e potente, il Bf 109E-4 aveva una visibilità limitata dalla cabina di pilotaggio e un carrello di atterraggio stretto che poteva causare problemi durante il decollo e l'atterraggio. Comparazione: Confrontato con i suoi contemporanei, come il Supermarine Spitfire e l'Hawker Hurricane, il Bf 109E-4 era altamente competitivo e spesso superiore in termini di velocità e potenza di fuoco. Conclusione Il Messerschmitt Bf 109E-4 è stato uno dei caccia più iconici e influenti della Seconda Guerra Mondiale. Con il suo potente armamento, motore avanzato e design aerodinamico, ha dominato i cieli durante le fasi cruciali della guerra. La sua versatilità e capacità di operare in vari ruoli hanno fatto del Bf 109E-4 un elemento essenziale della Luftwaffe e un simbolo della superiorità aerea tedesca durante i primi anni del conflitto.  

 
54,00 € 44,82

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
ACES OF THE EIGHTH 1/72 - EDUARD 2147 -17%
SKU EDU-02147
Marca: EDUARD
Scala: 1/72
Nazione: Stati Uniti d'America
Periodo: WWII
Tipologia: Aerei
Categoria: Kit

PRE-ORDER Kit in edizione limitata del caccia statunitense della seconda guerra mondiale P-51D in scala 1/72. (Uscita prevista del kit fine Luglio 2024)La scatola contiene le marcature del blocco Mustang D-5 con o senza il gruppo pinna dorsale e per i blocchi di produzione successivi fino al D-25. Tutte le marcature sono delle unità dell'8a Air Force. Il kit in plastica include parti per due modelli in scala.Con questo kit puoi costruire un modello del P-51 versione D-5 e un modello della versione D-10 o superiore.parti in plastica: Eduardopzioni di marcatura: 12decalcomanie: EduardParti in PE: sì, preverniciatemaschera di pittura: sìparti in resina: noInclude decalcomanie per i seguenti aerei:P-51D-5, s/n 44-13321, HO*, “CRIPES A´MIGHTY 3rd”, Maggiore George E. Preddy Jr., 487th FS, 352nd FG, Bodney, Gran Bretagna, luglio 1944P-51D10, s/n 44-14221, WD*A, “RIDGE RUNNER”, Maggiore Pierce W. McKennon, 335th FS, 4th FG, Debden, Gran Bretagna, aprile 1945P-51D-10, 44-14733, CS*L, “Daddy´s Girl”, Capitano RS Wetmore, 370th FS, 359th FG, Gran Bretagna, marzo 1944  P-51D-20, 44-72218, WZ*I, “Big Beautiful Doll”, Tenente Colonnello John D. Landers, CO del 78° FG, Duxford, Gran Bretagna, marzo 1945P-51D-5, 44-13316, G4*C, “Nooky Booky II”, Leonard K. Carson, 362nd FS, 357th FG, Leiston, Suffolk, Gran Bretagna, giugno 1944P-51D-?, 44-15152, QI*T, “Jersey Jerk”, Maggiore Donald Strait, 361° FS, 365° FG, Gran BretagnaP-51D-10, 44-14223, CL*M, “KATYDID”, Tenente Colonnello Elwyn G. Righetti, CO del 55° FG, Wormingford, Gran Bretagna, dicembre 1944 – marzo 1945  P-51D-10, 44-14164, E2*D, “Detroit Miss”, Tenente UL Drew, 375° FS, 361° FG, Little Walden, Gran Bretagna, settembre - ottobre 1944P-51D-5, 44-13761, MC*I, “Happy Jack´s Go Buggy”, Capitano Jack M. Ilfrey, 79° FS, 20° FG, Kings Cliffe, Northamptonshire, Gran Bretagna, autunno 1944P-51D-10, 44-14733, 5Q*E, “Mary Beth”, Capitano Kirke B. Everson, 504th FS, 339th FG, Fowlmere, Gran Bretagna, aprile 1945  P-51D-?, 44-13677, OS*X, “Miss Steve”, Tenente William G. Cullerton, 357° FS, 355° FG, Steeple Morden, Gran Bretagna, 1944 P-51D-25, 44-63684, Col. Glenn E. Duncan, 350° FS, 353° FG, luglio 1944

 
42,00 € 34,86

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
Lotus 99T 1/12 - BEEMAX BX12001 -22%
SKU BE12001
Marca: BEEMAX
Scala: 1/12
Nazione: Regno Unito
Periodo: Moderni
Tipologia: Auto
Categoria: Kit

Kit auto Lotus 99T '87 Monaco Winner in scala 1/12 - Modello Beemax. Il Lotus 99T è una monoposto da Formula 1 costruita dal team Lotus per competere nel Campionato Mondiale di Formula 1. La vettura è stata utilizzata nella stagione 1987. Ecco alcune caratteristiche principali del Lotus 99T: Motore: Il 99T era spinto da un motore turbo V6 Honda RA166E da 1,5 litri. Questo motore era noto per la sua potenza e affidabilità, ed è stato un fattore chiave nel successo della vettura durante la stagione. Design: Il design della vettura è stato influenzato dalle nuove regolazioni tecniche introdotte dalla FIA per la stagione 1987, che includevano l'eliminazione dei motori turbo alla fine della stagione e l'introduzione del divieto di rifornimento in corsa. Il Lotus 99T incorporava innovazioni aerodinamiche e tecnologiche per adattarsi a queste regolamentazioni. Piloti: Il Lotus 99T è stato guidato da Ayrton Senna e Satoru Nakajima durante la stagione 1987. Senna ha ottenuto diverse vittorie e risultati di punta con la vettura. Prestazioni: Il Lotus 99T è stato competitivo durante la stagione 1987, ottenendo vittorie e podi in diverse gare. È stato considerato uno dei modelli di maggior successo di Lotus in Formula 1. Eredità: Il Lotus 99T è ricordato come una delle vetture più iconiche della storia di Lotus in Formula 1. La vettura ha lasciato un segno nella storia del campionato, non solo per le sue prestazioni in pista, ma anche per la sua importanza nell'evoluzione tecnologica della Formula 1. In sintesi, il Lotus 99T è stata una monoposto da Formula 1 di successo, guidata da piloti di talento come Ayrton Senna, e ha contribuito alla storia di Lotus nel motorsport.

 
340,00 € 265,20

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
Fairey Gannet AS1/AS4 - 1/48 - AIRFIX A11007 -10%
SKU AX11007
Marca: AIRFIX
Scala: 1/48
Nazione: Regno Unito
Periodo: Moderni
Tipologia: Aerei
Categoria: Kit

Kit aereo Fairey Gannet AS.1/AS.4 in scala 1/48 - Modello Airfix.Cosa c'è dentro:Kit modello in plastica, foglio istruzioni, foglio layout vernice e decalcomanie.Il Fairey Gannet è stato un aereo da pattugliamento marittimo e aereo antisommergibile progettato e costruito dalla compagnia britannica Fairey Aviation durante gli anni '50. La designazione "AS" sta per "Anti-Submarine" (Antisommergibile), indicando la sua capacità di svolgere missioni antisommergibile.Ecco una breve descrizione delle varianti principali:Fairey Gannet AS.1:Questa è stata la prima variante dell'aereo, sviluppata principalmente come aereo antisommergibile per operare dalla portaerei.Era equipaggiato con un radar di ricerca e una serie di sonar per individuare e attaccare i sommergibili.Il Gannet AS.1 ha volato per la prima volta nel 1949.Fairey Gannet AS.4:Questa variante è stata una versione migliorata dell'AS.1, con miglioramenti nelle prestazioni e nei sistemi.Una delle caratteristiche distintive della versione AS.4 era la sua capacità di essere impiegata come aereo radar airborne early warning (AEW), contribuendo alla sorveglianza aerea e al controllo del traffico marittimo.Il Gannet ha servito nella Fleet Air Arm della Royal Navy britannica e in altre forze aeree navali. Una delle caratteristiche più uniche del Gannet era il suo layout "a doppia elica contra-rotante", dove due eliche erano montate su alberi concentrici che giravano in direzioni opposte. Questo design consentiva una migliore efficienza e un migliore controllo durante le fasi di atterraggio e decollo dalla portaerei.Il Gannet è stato ritirato dal servizio negli anni '70, ma ha lasciato un'impronta significativa nella storia dell'aviazione navale antisommergibile.

 
65,00 € 58,50

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
MiG-17 -15% Offerta
SKU KPV-48023
Marca: KOVOZAVODY PROSTEJOV
Scala: 1/48
Nazione: Russia
Periodo: Moderni
Tipologia: Aerei
Categoria: Kit

1/48 MiG-17 ''Fresco-A'' USSR

 
24,00 € 20,40

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
Lancia Delta HF Integrale 16V -10% Offerta
SKU ITA-4709
Marca: ITALERI
Scala: 1/12
Nazione: Italia
Periodo: Moderni
Tipologia: Auto
Categoria: Kit

1/12 Lancia Delta HF Integrale 16V  

 
190,00 € 171,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
Spitfire Mk I 1/48 The Spitfire Story - EDUARD 11143 -20% Offerta
SKU EDU-11143
Marca: EDUARD
Scala: 1/48
Nazione: Regno Unito
Periodo: WWII
Tipologia: Aerei
Categoria: Kit

 Kit in edizione limitata dell'aereo britannico della Seconda Guerra Mondiale Spitifre Mk.I in scala 1/48. Incentrato sulle macchine dall'introduzione in servizio fino alla fine della Battaglia d'Inghilterra. parti in plastica: Eduard, consentendo la costruzione di due modelli con diverse opzioni di fusoliera opzioni di marcatura: 10 decalcomanie: Eduard Parti in PE: sì, preverniciate maschera pittorica: sì parti in resina: sì, statuina di Douglas Bader Opzioni di marcatura: A) K9795, Squadrone n. 19, RAF Duxford, Cambridgeshire, ottobre 1938 Lo squadrone n. 19 è stata la prima unità della RAF a rafforzare il proprio arsenale con gli Spitfire. Due ragioni influenzarono questa decisione: le dimensioni dell'aeroporto di Duxford e la personalità del S/Ldr Henry Cozens, che era un ingegnere aeronautico qualificato, pienamente competente a collaborare con gli ingegneri della Supermarine sui miglioramenti del progetto dello Spitfire. Lo stesso Cozens volò sullo Spitfire K9789 per la prima volta l'11 agosto 1938. Il camuffamento e i contrassegni rappresentati furono usati dallo squadrone n. 19 il 31 ottobre 1938, quando gli Spitfire della nuova unità furono ufficialmente fotografati da un Blenheim Mk.I. Da notare che il Cozens K9794 era già equipaggiato con il tettuccio rigonfio, che fu introdotto ufficialmente pochi mesi dopo, nel gennaio 1939. Lo squadrone subì la sua prima perdita il 3 novembre 1938, quando il P/O Sinclair, che in seguito fu un CO dell'A- volo dello squadrone n. 310 (cecoslovacco), distrusse il suo Spitfire Mk.I K9792 durante l'atterraggio. Prestare attenzione all'interessante caratteristica sul bordo d'attacco dello stabilizzatore verticale, che impedisce alle corde del paracadute di impigliarsi in caso di salvataggio di emergenza. B) Squadrone n. 41, RAF Catterick, North Yorkshire, primavera 1939 Lo Squadrone No. 41 acquisì i primi due Spitfire Mk.I K9831 e K9832 il 30 dicembre 1938 come terza unità del Fighter Command. Questo Spitfire Mk.I PN-M ha una colorazione della primavera del 1939, con insegne nazionali rosso-blu sulle superfici superiori, i precedenti anelli bianchi e gialli sono verniciati con colore mimetico. Tecnicamente l'aereo mostra la prima finitura di serie pulita, con motore Merlin II, elica in legno a due pale Weybridge, tettuccio piatto e tubo di Pitot originale vecchio stile. L'aereo non aveva il riscaldamento della mitragliatrice ed è volato senza armatura. Questo aereo aveva una telecamera esterna sul lato superiore dell'ala destra. Fino al 3 settembre 1939, il giorno in cui il Regno Unito dichiarò guerra alla Germania, in totale 306 Spitfire Mk.I furono portati nella RAF, 187 dei quali prestarono servizio in undici squadroni del Fighter Command. Di queste unità, solo sette erano pronte per la battaglia due giorni dopo l'inizio della guerra, e altre quattro erano in fase di rinforzo e potenziamento. 36 Spitfire andarono perduti prima della guerra in vari incidenti. Dopo lo scoppio della guerra, tutti gli squadroni equipaggiati con gli Spitfire rimasero con sede nelle isole britanniche come parte della difesa aerea della Gran Bretagna. C) K9906, pilotato dal F/O Robert Stanford Tuck, Squadrone n. 65, RAF Hornchurch, Essex, estate 1939 Questo Spitfire Mk.I ha già il tettuccio rigonfio, l'elica a tre pale De Havilland e il riscaldamento della mitragliatrice. Rimane ancora senza alcuna armatura, avendo il vecchio tipo di tubo di Pitot e un mirino meccanico. F/O Tuck è l'asso combattente più esperto della nostra formazione con 29+2 uccisioni. Nel maggio 1940 fu riassegnato allo squadrone n. 92. Le sue prime tre uccisioni avvennero nel maggio 1940 su Dunkerque. È stato promosso S/Ldr dello Squadrone n. 257 volando sull'Hurricane Mk.Is l'11 settembre. Si dice che una delle sue vittime fosse il futuro asso della Luftwaffe, Hans-Joachim Marsiglia (23 settembre 1940). Fu abbattuto vicino a Boulogne sur Mer e catturato il 28 gennaio 1942. Partecipò all'organizzazione della Grande Fuga nel campo di prigionia Stalag Luft III a Sagan, ma poco prima della fuga fu trasferito al campo di Belaria. Il 1° febbraio 1945 riuscì a fuggire durante l'evacuazione del campo e si unì ai russi, quando la sua conoscenza della lingua russa era un vantaggio essenziale. Si ritirò dalla RAF negli anni Cinquanta e si dedicò all'agricoltura. Durante le riprese del film Battaglia d'Inghilterra fece amicizia con Adolf Galland, era il padrino di suo figlio. Morì il 5 maggio 1987 all'età di 70 anni. D) K9955, pilotato dal F/O Archibald Ashmore McKellar, Squadrone N. 602, RAF Drem, East Lothian, Scozia, marzo 1940 Questo aereo ha già un parabrezza antiproiettile e il nuovo tubo di Pitot, mirino GM 2, ma ha ancora il vecchio tipo di albero dell'antenna. Il sedile del pilota è ancora senza armatura. Da notare la stecca antirotazione sul lato del serbatoio del carburante della fusoliera. Lo squadrone n. 602 fece modificare i motori Merlin II per carburante a 100 ottani già nel febbraio 1940. Lo squadrone n. 602, parte dell'aeronautica ausiliaria, acquisì gli Spitfire prima della guerra. Il 16 ottobre 1939 partecipò all'abbattimento del primo aereo tedesco sul territorio britannico durante il raid aereo del KG 30 su Scapa Flow, e il 28 ottobre all'abbattimento del primo aereo tedesco sul suolo britannico, l'He 111. sul Firth of Forth. Alcune fonti sostengono che McKellar abbia avuto un ruolo in queste eliminazioni. Nel giugno 1940 si unì allo squadrone n. 605 equipaggiato con Hurricane per diventare caposquadriglia l'11 settembre. Ha compiuto 15 uccisioni durante il BoB. Il 3 ottobre 1940 ottenne 5 vittorie in un solo giorno (tutte sopra Bf 109E) e divenne uno dei 28 assi alleati della giornata. S/Ldr AAMcKellar morì il giorno dopo la fine ufficiale della Battaglia d'Inghilterra, il 1° novembre 1940. Si presume Hptm. Wolfgang Lippert, comandante del II./JG 27, lo abbatté. E) N3180, pilotato dal P/O Alan Christopher Deere (RNZAF), No. 54 Squadron, RAF Hornchurch, Essex, maggio 1940 Lo Squadrone No. 54 era l'unica unità della RAF equipaggiata esclusivamente con Spitfire Mk.I con elica a velocità costante Rotol RMS 7. Il neozelandese Deere, che volò per la prima volta sullo Spitfire il 6 marzo 1940, partecipò alla prima operazione dello squadrone n. 54, fornendo supporto aereo alle forze in ritirata in Belgio il 16 maggio. Il 23 maggio, durante la scorta del F/Lt. J.Leather, che volava a Miles Magister per il comandante dello squadrone n. 74, S/Ldr L.White, abbattuto vicino a Calais, Deere abbatté i suoi primi due Bf 109. Il 26 maggio iniziò in serata l'operazione Dynamo, l'evacuazione di Dunkerque. Il 28 maggio, Deere ha dovuto effettuare un atterraggio di emergenza su una spiaggia belga ma è riuscito a tornare a Hornchurch dopo un viaggio di 19 ore. Dopo la fine dell'evacuazione di Dunkerque, lo squadrone n. 54 si unì al BoB, in cui Deere ottenne 7 uccisioni confermate. Durante la seconda guerra mondiale Deere ricoprì numerosi incarichi di comando. Il suo punteggio totale è di 22 uccisioni confermate (alcune fonti sostengono solo 17). Si ritirò da Air Commodore nel 1967. ACDeere, OBE, uno dei più famosi piloti neozelandesi e britannici, morì il 22 settembre 1995 all'età di 77 anni. F) P9443, pilotato dal F/Lt Douglas Bader, No. 222 Squadron, RAF Duxford, Cambridgeshire / Kirton a Lindsey, Lincolnshire, all'inizio di giugno 1940 Il leggendario Douglas Bader perse entrambe le gambe dopo un incidente acrobatico con il Bristol Bulldog Mk.II il 14 dicembre 1931. Tornò alla RAF nel gennaio 1940, mentre prestava servizio con lo squadrone n. 19 e poi da maggio 1940 con lo squadrone n. 222. Ha rivendicato il suo primo Bf 109 durante l'operazione Dynamo. Fu nominato caposquadriglia dello squadrone n. 242, equipaggiato con l'uragano Mk.Is il 28 giugno 1940. Era un sostenitore delle tattiche Big Wing. Bader ha effettuato 11 uccisioni confermate durante il BoB. Il 18 marzo 1941 divenne comandante del Tangmere Wing, effettuando l'offensiva sulla Francia. Fu abbattuto nello Spitfire Mk.Va (firmato DB, nome in codice Dogsbody) vicino a Saint Omer e catturato il 9 settembre 1941. Perse la gamba protesica a causa del salvataggio, la consegna di un sostituto da parte della RAF Blenheim fu gestita da A .Galland. Bader fu, nonostante i suoi tentativi di fuga, fino all'aprile 1945 imprigionato nell'Oflag IV-C nel castello di Colditz. Dopo essersi ritirato dalla RAF nel 1946, lavorò per la compagnia Shell. Come membro del Parlamento, era famoso per le sue opinioni controverse. Morì di infarto il 5 settembre 1982, dopo una cena in onore di A/M A.Harris. G) K9953, volato da F/Lt. Adolph Gysbert Malan, squadrone n. 74, RAF Hornchurch, Essex, giugno / luglio 1940 Lo squadrone n. 74 rinforzò i propri Spitfire nel febbraio 1939. Un sudafricano Adolf "Sailor" Malan, il cui lavoro originale era veramente un marinaio, entrò in guerra il 6 settembre 1940, attraverso il famigerato incidente della battaglia di Barking Creek, dove il suo volo A Flight accidentalmente abbatté due uragani dello squadrone n. 56. Durante l'operazione la Dynamo accumulò 5 uccisioni confermate e nella notte tra il 19 e il 20 giugno riuscì a distruggere due He 111. Malan si oppose alla formazione in linea di poppa proponendo una formazione finger-four più flessibile. La leggenda dice che danneggiò l'aereo di Werner Molders e lo ferì addirittura il 28 luglio. L'8 agosto divenne S/Ldr dello Squadrone n. 75, che ottenne 38 uccisioni durante quattro sortite guidate da Malan l'11 agosto 1940. Quell'evento è noto come "11 agosto di Malan". Malan ha avuto 16 uccisioni confermate nel BoB. Fino alla fine della sua carriera nel 1941 accumulò 27 uccisioni confermate e 7 condivise. Era un tattico straordinario e famoso con le sue Dieci regole del combattimento aereo. Dopo il suo pensionamento nel 1946 divenne agricoltore in Sud Africa. Era politicamente attivo come oppositore dell'apartheid. Morì il 17 settembre 1963 all'età di 53 anni. H) N3162, volato dal P/O Eric Stanley Lock, No. 41 Squadron, RAF Hornchurch, Essex, Regno Unito, agosto/settembre 1940 Eric Lock entrò nello Squadrone n. 41 come debuttante nel giugno 1940 e il 15 agosto ottenne la prima delle sue 21 uccisioni nella Battaglia d'Inghilterra, che lo rese l'asso combattente alleato di maggior successo della battaglia. Il 17 novembre 1940 fu gravemente ferito al braccio destro e ad entrambe le gambe dall'incendio del Bf 109E. Nei tre mesi successivi subì 15 difficili interventi chirurgici e trascorse i successivi tre mesi in un centro di riabilitazione presso il Royal Masonic Hospital, curato dal famoso pioniere della chirurgia plastica Archibald McIndoe che lo aiutò a riprendersi. Tornò allo squadrone n. 41 nel giugno 1941 e fu promosso tenente di volo in luglio e divenne il capo dello squadrone B dello squadrone n. Il 3 agosto 1941, al ritorno da un'azione tipo Rabarbaro, attaccò una colonna tedesca vicino a Pas de Calais, come da allora è stato disperso. Probabilmente è stato abbattuto dal fuoco della contraerea ed è precipitato in mare. Né lui né il suo Spitfire furono mai ritrovati. Al momento della sua scomparsa gli furono attribuite 26 uccisioni confermate ottenute durante 25 settimane di servizio di combattimento durante un anno e 6 mesi trascorsi in ospedali. I) X4425, pilotato da F/Sgt. George Cecil Unwin, Squadrone n. 19, RAF Fowlmere, Cambridgeshire, agosto/settembre 1940 Questo aereo è raffigurato nella versione finale degli Spitfire ai tempi della Battaglia d'Inghilterra, compreso lo specchietto posteriore e l'armatura completa. Il pilota, George Unwin, soprannominato Grumpy, era uno dei volantini più esperti dello squadrone n. 19. Fu uno dei primi piloti Spitfire a prendere il volo a bordo del nuovo K9792 già il 16 agosto 1938, più di un anno prima della guerra. Durante i primi test nell'autunno del 1938 testò 15 nuovi Spitfire. Si è schiantato con un K9797 dopo un guasto al motore ed è atterrato fuori dal villaggio di Acton nel Suffolk per evitare potenziali perdite di vite umane nell'agglomerato. Durante l'operazione Dynamo gli furono accreditate 3 uccisioni confermate, Hs 126, Bf 110 e He 111. Durante la battaglia d'Inghilterra aggiunse altre 11 uccisioni al suo conteggio. Alla fine del 1940 lasciò il servizio operativo e prestò servizio come istruttore in varie unità di addestramento fino all'ottobre 1943. Tornò a combattere nell'aprile 1944, quando volò sui Mosquito con lo Squadrone n. 613 come parte del 2° TAF e presso alla fine del 1944 riprese l'attività di istruttore. Tra gli anni 1948-52 volò con il Bristol Brigand per partecipare ai combattimenti contro gli insorti comunisti in Malesia nel 1952. Si ritirò dalla RAF con il grado di Wing Commander nel 1961. Morì il 28 giugno 2006 all'età di 93 anni. J) X4382, pilotato dal P/O Osgood Philip Villiers Hanbury, Squadrone n. 602, RAF Westhampnett, West Sussex, settembre 1940. Osgood Hanbury, soprannominato Pedro, ex studente dell'Eton College, iniziò la sua carriera di combattimento nel giugno 1940 come pilota di Lysander. Si offrì volontario ai caccia e fu riassegnato allo Squadrone n. 602 il 3 settembre 1940. Il suo X4382 è un tipico rappresentante dell'ultima moda dello Spitfire Mk.I, probabilmente con l'elica De Havilland già convertita per essere un'elica a velocità costante, completamente corazzata cabina di pilotaggio e serbatoio del carburante, radio TR.1133 senza antenna filare e IFF R.3002 con antenna filare tra la fusoliera e le punte degli stabilizzatori orizzontali. Hanbury ha ottenuto 4 uccisioni confermate fino alla fine dell'anno. Ricevette il DFC per la difesa di Tobruk nel maggio 1942. Il 23 giugno 1942 fu nominato leader dello squadrone n. 260. Si sposò con Patricia Cecil Harman il 22 maggio 1943. Morì undici giorni dopo mentre stava tornando in Africa come passeggero a bordo di un Lockheed Hudson dello squadrone n. 117, pilotato dal S/Ldr Robert Yaxley. Il loro aereo fu abbattuto dal Junkers Ju 88C pilotato da Hans Olbrecht sul Golfo di Biscaglia.

 
80,00 € 64,00

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello
SKY BLUE -35% Offerta
SKU A-MIG-0860
Marca: AMMO OF MIG
Categoria: Colori

AMMO OF MIG SHADERS SKY BLUE 10ml   è un nuovo tipo di prodotto progettato per creare una varietà di effetti su tutti i tipi di modelli in modo semplice e veloce. La vernice trasparente e ultra fine consente ai modellisti di tutti i livelli di abilità di applicare effetti sorprendentemente realistici che prima sembravano impossibili. Dagli effetti di dissolvenza all’usura, alle ombre e alle luci, all’alterazione dei colori a tonalità diverse, questa nuova gamma può anche essere applicata per applicare colori di base come un filtro. La gamma SHADERS dona al tuo modello una finitura dinamica e interessante in pochi minuti, rendendo questi colori perfetti anche per i neofiti del modellismo. Tutte le nuove caratteristiche consentono di creare effetti che fino ad ora potevano essere raggiunti solo con tecniche più complesse come smalti, lavaggi o filtri. I modellisti più esperti godono della comodità di applicare effetti avanzati e complessi con finezza e facilità. I nuovi SHADERS non sono solo un’altra vernice, ma un nuovo modo di applicare effetti professionali in modo rapido e semplice. Crea effetti con luce e volume Cambia rapidamente il tono di qualsiasi combinazione di colori Aggiungi facilmente effetti di sporco e accentua le linee del pannello Nuovo prodotto per effetti rapidi Non ha bisogno di essere diluito. Non tossico Applicazione dell’aerografo con semplice pulizia con acqua Può essere corretto o pulito entro diverse ore dall’applicazione Formula unica con pigmento super fine.

 
3,00 € 1,95

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello

MISTER KIT - Il tuo negozio di modellismo statico

Nel nostro sito eCommerce troverai un vasto assortimento con oltre 60.000 prodotti per soddisfare ogni modellista, dal neofita al più esigente. Mister Kit è un

paradiso per chi ama il fantastico hobby del modellismo statico.

Il negozio è nato 25 anni fa a Rozzano in provincia di Milano, la nostra passione, esperienza e professionalità ci hanno portato ed essere uno dei negozi di modellismo

statico più forniti, dove potrai trovare tutto quello che serve per il modellismo nelle scale che preferisci, 1:12, 1:24, 1:35, 1:48, 1:72, 1:700, 1:144 e molte altre.

Torna a visitare spesso il nostro sito, da Mister Kit ogni giorno ci sono arrivi di nuovi articoli per il modellismo statico.

Scopri di più